Migliora leggibilitàStampa
6 giugno 2017

The Beatles: Sgt. Pepper and Beyond

Alan Parker

Uscita: 30 Maggio 2017 - Inghilterra

Titolo Originale: "It Was Fifty Years Ago Today... Sgt Pepper and Beyond" - Cast: Freda Kelly, Pete Best, Ray Connolly, Andy Peebles, Simon Napier-Bell - Durata: 90 Minuti - Fotografia: Steve Kendrick - Montaggio: Ian Farr - Musiche: Andre Barreau, Evan Jolly - Produzione: A Geezer & A Blonde -Productions London - Distribuzione: Lucky Red

 

POSTER_-IT-WAS-FIFTY-YEARS-AGO-TODAY-THE-BEATLES-SGT.-PEPPER-BEYOND-in-UK-cinemas-26th-May-1Il titolo faceva ben sperare: non solo una celebrazione del 50° anniversario della pubblicazione dell’album ma anche qualcosa in più, “oltre”: magari immagini inedite, filmati dello studio di Abbey Road, qualcosa che giustificasse la grancassa con cui questo film-documentario del titolato regista Alan Parker era stato pubblicizzato. Niente di tutto questo. Interviste, confidenze di quarta mano, impressioni, sensazioni di chiunque sia arrivato a meno di un metro dai quattro, per amicizia, lavoro o parentela.

E' stata ad esempio recuperata anche la sorella di John Lennon (non ci pare fossero mai arrivati a renderla pubblica ma possiamo sbagliarci) per dire cose su Zia Mimì o altre quisquilie più o meno adolescenziali del più famoso fratello. L’unico che  sui Beatles aveva tutto il diritto di parlare avendoli tirati fuori dal Cavern purtroppo è morto qualche anno fa e non poteva dire proprio nulla sul sergente e su quello che quegli anni post-Candlestick Park sono stati. Del buon Brian abbiamo saputo difetti e caratteristiche personali che, già risapute, avrebbero fatto meglio a restare private. 

 

the-beatles-sgt-pepper-beyondMa filmati ce ne sono (chiederà qualcuno)? Beh sì, con qualche sforzo riusciamo a ricordarne un paio. Quelli stravisti di John che risponde sulla famosa frase che metteva in competizione loro con il Capo in persona; qualche immagine dei famosi dischi bruciati in Alabama e un mezzo spezzone in cui George dice di aver preso qualche calcio a Manila. E allora cosa resta? La certezza che adesso si è fiutato un gran filone d’oro: scrivi nel titolo di un film, di un libro, di un articolo il nome che tira e coverlg_hometirerà sempre (Beatles, Bowie, Morrison, Marley, Jackson…) e il gioco è fatto. Gli innamorati folli, quelli che conservano anche il foglietto su cui la prima fidanzata scrisse “...la risposta fra tre giorni”, quelli che si commuovono (come chi scrive) ad ascoltare il nastro audio che contiene i semi  della pianta meravigliosa che sarà “White Album”, e tutti quelli che sanno o sperano che venga fuori qualche video che ci riporti indietro negli anni,  saranno lì, ad aspettare in fila, ordinati e con il biglietto in mano. Alla fine 13 euro a persona, per questa roba qui, è un vero furto.  

 

Giovanni Porta

Video

Inizio pagina