Migliora leggibilitàStampa
23 giugno 2015 , ,

Last Ex

LAST EX

2014 - Uscita: 10 Ottobre - Constellation Records

Canada  #consigliatodadistorsioni

 

last ex"Last Ex", ad opera del duo omonimo, è un ennesimo interessante lavoro uscito alla fine del 2014 per la Costellation Records, da sempre attenta a ricercare e proporre progetti musicali in controtendenza rispetto a quello che offre il mercato. Progetto parallelo di Simon Trottier e Olivier Fairfield, entrambi componenti del gruppo folk canadese Timber Timbre. I due erano già da tempo desiderosi di mettere su qualcosa che esprimesse la loro voglia di sperimentazione, e in questo senso il disco d'esordio (omonimo) ha centrato in pieno l'obiettivo. Disco strumentale, nel quale l'unica protagonista è la musica e la composizione senza barriere e preclusioni.  Il risultato finale è ottimo, non è scontato riuscire a creare un prodotto interamente strumentale coinvolgente per tutta la sua durata. 

 

La genesi del disco è stata elaborata: l'album, o meglio l'idea iniziale, era nata come colonna sonora per il film horror "The Last Exocism II" (da qui il nome del duo) per il quale il regista aveva scelto i Timber Timbre. Il tutto non ha poi avuto seguito ma il materiale buttato giù è rimasto ed era tanto, e così è nato il disco, che ha subito cambiamenti e adattamenti, mantenendo però l'atmosfera cupa, ritmi ossessivi e serrati propri di una colonna sonora horror. Ne sono esempio molte tracce del disco: da Hotel Blues a Cape Fear, passando per It’s No Crish e Trop Tard, tra i brani più inquietanti e intriganti. Last Ex è opera eterogenea e allo stesso modo unitaria, i brani non appaiono mai slegati tra loro. Un approccio marcatamente sperimentale, nel quale confluiscono sonorità jazz, ambient, trip hop, post rock, riferimenti a Calibro 35, Fuzz Orchestra, Portishead, Tortoise e sonorità pulp à la Quentin Tarantino. 


Voto: 7.5/10
Sisco Montalto

Audio

Inizio pagina