fermoposta.it → inviati dalle band
Migliora leggibilitàStampa
19 giugno 2016 , ,

Gerardo Tango

UNA DONNA

Febbraio 2016 - Autoproduzione

Attivo già dal 2000 con i Mufla Gerardo Tango esordisce da solista con sette tracce inedite dando vita ad un album eterogeneo ed interessante in cui convivono con armonia influenze che spaziano dal tipico mood cantautorale al blues, fino ad episodi che presentano suggestioni oniriche e crepuscolari quasi al confine con eteree aure psichedeliche. La morbida e suadente La Lanterna apre con atmosfere da milonga nostalgica e malinconica. Mors tua vita mea scivola ironica su ritmi e arrangiamenti che richiamano alla mente certe cadenze balcaniche alla Goran Bregovic, ma più pacate e personali.

Davvero bella la sequenza armonica "a spirale" del ritornello che caratterizza la plumbea Canzone Insoddisfatta. Si vira verso il pop/rock con La borsa di Piero (dedicata a Piero Ciampi). Un suono da psych band. Chitarre lancinanti e sofferte che ritroviamo nella successiva La Lotteria, danza adrenalinica fra groove funky e deliri da taranta. Quasi una ballad anni tangoSettanta la struggente No ed irresistibilmente trascinante la conclusiva Io voglio vivere che vede aleggiare l'energia creativa del compianto Rino Gaetano con un approccio quasi Springsteeniano nell'esecuzione.

 

Un buon esordio, quindi, per il cantautore di Andria (voce e chitarra) che vede al suo fianco Stefano Anicas al basso, Antonio Di Nunno al sax baritono, Angelo Cannati alla batteria (strumento suonato anche da Giovanni Chiapparino, curatore degli arrangiamenti, che ritroviamo anche al piano, alle sonorità elettroniche ed altro), Paola D'Aluisio alla tromba e Luca Mele al sax tenore. Belle anche la copertina e l'immagine interna di Saba Mazzarella e la grafica curata da Nadia Gelsomina.

Maurizio Galasso

Social     


Audio

Video

Inizio pagina