Migliora leggibilitàStampa
28 agosto 2014 ,

Francesco Giannico

LITANIA

2014 - Unknown Tone
[Uscita: 30/06/2014]

litaniaDopo alcuni lavori prodotti con lo pseudonimo Mark Hamn ("Je Dechire l'ongle aux criminels", Afe/Bar la Muerte), nel 2009 Francesco Giannico rilascia “Folkanization” (Porter Records) in cui sperimenta una fusione tra folk acustico ed elettronica. Nel 2012 collabora con Matteo Uggeri e Luca Mauri all’album “Pagetos” (Boring Machines), mentre nel 2013 rilascia lo splendido “Luminance“ (Somehom). E’ cofondatore con Alessio Ballerini della label Oak Editions, che in questi mesi ha prodotto “Italian resonances|Dronegazers? “, una raccolta di brani ambient-drone di musicisti provenienti da tutta la penisola (Enrico Coniglio, Alberto Boccardi, Easychord, Attilio Novellino, Cristiano Deison, Giulio Aldinucci e lo stesso Francesco Giannico). “Litania” prosegue lungo le direttrici tracciate da Luminance, sviluppando ulteriormente le sonorità di confine tra melodie pianistiche, ambientazioni soffuse e disturbi dronegaze.

 

Se Luminance evocava la bellezza frammentaria e luminosa di un passato che sembrava perduto, “Litania” accentua il tema legato alla percezione di un presente carico di memoria. In Non Esisto la propria interiorità diviene la cassa di robt2risonanza dei riverberi di un mondo esterno costantemente in movimento. Organic è uno splendido affresco di una giornata in cui lo scandire del tempo è cadenzato dal rumore prodotto da macchinari antichi. Il richiamo alla rassicurante monotonia delle abitudini è invece evocato nel brano Litania, mentre Una Fioca Brillantezza è esaltata da un’improvvisa ondata satura di luminosità. Slow Thoughts e Il Male Minore sono proiezioni di altrettanti paesaggi dell’anima. Francesco Giannico con Litania riesce ancora una volta, con grande bravura, a descrivere quelle zone di confine in cui le percezioni si mescolano alle emozioni.

 

Voto: 7/10
Felice Marotta

Audio

Video

Inizio pagina