Migliora leggibilitàStampa
30 agosto 2016

Pankow

PANKOW

Uscita: 24 Settembre 1996 - Iptarro - Musica Maxima Magnetica

Italia

 

pankow1Considerato in passato il più brutto album dei fiorentini Pankow per la totale assenza dello storico cantante/lyricist Alex Spalck, quest’album omonimo è invece una interessante parentesi all’interno della produzione musicale ultra trentennale della band di Maurizio Fasolo. Uscito più di quattro anni dopo “Treue Hunde” (l’album più electro-pop-rock del combo), “Pankow” è un disco nero come la pece e riprende il percorso electro-industrial iniziato con gli album “Throw Out Rite” (1984 – in cassetta per la Electric Eye), “Freiheit Fuer Die Sklaven” (1987 – Contempo Records) e “Gisela” (1989 – Contempo Records).

Unico disco cantato interamente in italiano da Gianluca Becuzzi dei Limbo (formazione gothic-industrial toscana), “Pankow” uscì in Italia per Musica Maxima Magnetica, prestigiosa etichetta legata alla musica esoterica, gestita dal musicista Luciano Dari, che ospitava nel suo vasto catalogo artisti del calibro di The Hafler Trio, Nocturnal Emissions, The Anti Group, Ain Soph, Mick Harris & Martyn Bates, Vidna Obmana, Attrition e tanti altri.

Il numero di catalogo del disco Iptarro 0 opportunamente anagrammato significa “riparto 0” ed è proprio questo lo spirito con cui i musicisti/produttori elettronici Maurizio Fasolo e Paolo Favati, insieme allo storico manager Sebastian Koch e al batterista Alex Gimignani, ripartirono con una nuova formazione che vide il già citato Becuzzi sostituire Spalck alla voce e ai testi e il musicista elettronico Enzo Regi (già collaboratore di Fasolo nella breve avventura degli Hardsonic Bottom 3) al posto del chitarrista/violoncellista Davide Ragonesi.

 

beNonostante le numerose critiche ricevute all’epoca dalla stampa e dai fan, il disco ha dimostrato di sopravvivere ai cambiamenti di sound e mode e oggi brilla di luce propria, rivalutato positivamente da pubblico e critica. Poiché l’album riprese il percorso lirico e sonoro dei Limbo di “Evirazione Totemica Seriale” (1993 - prodotto da Favati), piuttosto che il sound più pop del già citato Treue Hunde, di fatto sembra più un disco di collaborazione tra Pankow (musica) e Limbo (voci, liriche e temi), o un side-project, piuttosto che un album dei Pankow, per come si son fatti sempre conoscere. 

Inizialmente la line-up così mutata si fece chiamare Kowp (un altro anagramma) e il titolo del disco doveva essere appunto “Iptarro 0”, ma poco prima dell’uscita dell’album l’etichetta decise per un ritorno al ben più blasonato nome Pankow. La voce di Becuzzi, tra Blixa Bargeld (Einstürzende Neubauten) e Gavin Friday (Virgin Prunes), ben si adatta alle sequenze ipnotiche ed oscure del brano di apertura Adrenalina (di cui esiste anche un videoclip molto industrial), In Ostaggio ed Eterno Presente o su episodi più aggressivi quali i singoli Brucia Europa Brucia, Mai Più Idoli e Grande Madre HSenza alcun dubbio Pankowè uno dei migliori dischi electro-industrial uscito nel 1996, anno di grazia dell’industrial italiano, ma c’era bisogno veramente di scomodare il fantasma dei Pankow?

  

Recensione scritta nel 1996 e pubblicata su D.L.K. ‘zine #3 (aprile 1997), tradotta in Italiano e ampliata per Distorsioni.

 

Diego Loporcaro

Video

Inizio pagina