Migliora leggibilitàStampa
12 maggio 2018 ,

Neil Finn

OUT OF SILENCE

Uscita: 13 Ottobre 2017 - Lester Records

Nuova Zelanda   #consigliatodadistorsioni     

 

MI0004328916Come ha scritto sul Guardian Andrew Stafford, “Il geniale frontman dei Crowded House può far suonare la più sofisticata pop music come la cosa più facile del mondo”. Lo sappiamo bene anche noi, ma non per questo smettiamo di meravigliarci. Neil Finn ha realizzato nel 2017 con “Out Of Silence” uno degli album più importanti della sua carriera, e ne ha incisi molti. Rischiando, come ha fatto altre  volte, cantando spesso in falsetto e accompagnandosi soltanto al pianoforte. Per arricchire gli arrangiamenti orchestrali Finn ha chiamato Victoria Kelly. Per i cori David Squire. Qua e là spunta qualche nome della famiglia Finn, primo fra tutti quello del fratello Tim: i due fratelli neozelandesi militarono insieme nei dimenticati Split Enz e nei Crowded House. La malinconia è la nota di fondo di tutto l'album (Chameleon Days, Widow's Peak), ma cantarla non significa arrendersi agli orrori della violenza, come spiegano The Law Is Always On Your Side (per una vittima della polizia) o Terrorise Me (sulla strage del Bataclan del 2015 a Parigi). Tuttavia il lavoro si annuncia in positivo con la delicata Love Is Emotional.

 

La storia della popular music è fatta anche di tentativi più o meno riusciti di emulare la cosiddetta “classica”, dilatando i tempi e creando una specie di mostro di Frankenstein. Qui c'è un respiro molto ampio, profondo, originale. Considerando la durata (circa 35 minuti) e la presenza costante della forma canzone possiamo affermare che Neil Finn è “un allievo” dei Beatles, il primo fra tanti, dagli XTC a Elvis Costello, da Brian Wilson a Paul JC_NF3-550McCartney. 

Per garantirgli un posto nel pantheon del songwriting sarebbe bastato il brano Don't Dream It's  Over, secondo posto nella classifica di Billboard nel 1987, ma come dicevamo Finn non è il tipo che riposa sugli allori: in questo Out Of Silence alberga una vena ispirativa superba che sortisce dei veri e propri capolavori melodici senza tempo (Independence Day, Alone, I Know Different). Aiutato anche dalla lingua inglese Finn è riuscito a raggiungere un pubblico molto vasto. I filmati delle session di Out Of Silence lo mostrano in ottima forma. Sarebbe bello vederlo e ascoltarlo anche qui da noi, ma tutto passa per la sensibilità dei promoter e delle radio e il nostro resterà probabilmente un bel sogno. 

 

Voto: 9/10
Giancarlo Susanna

Video

Inizio pagina