Migliora leggibilitàStampa
19 novembre 2018

Stan Lee

L’artefice immortale dell’universo Marvel

2018

1-main-stan-lee-life-in-pictures-maxw-654                             1922 - 2018

 

The Man o Il Sorridente erano i due soprannomi di Stan Lee, una delle più importanti e influenti figure della cultura pop del ventesimo secolo. Autore di storie di super eroi, a partire dagli anni ’60 ne ha rivoluzionato i canoni archetipici, trasformandole in un prodotto non più rivolto esclusivamente agli adolescenti: i nuovi super eroi potevano avere cattivi temperamenti, crisi di malinconia e vanità; litigavano tra loro, si preoccupavano di pagare le bollette o avevano problemi con le ragazze, si annoiavano o erano addirittura a volte affetti da malanni.

 

U_RAGNO_N_0_001

 

Con l’ausilio di uno staff di artisti disegnatori (Jack Kirby e Steve Ditko prima,  Joe Romita, i fratelli Buscema, Frank Giacoia e poi tanti altri) ha creato l’universo Marvel che ha fatto sognare intere generazioni di adolescenti negli ultimi sessant’anni. L’Uomo Ragno è il più celebre di una moltitudine di supereroi, forse il più amato, in quanto coetaneo della maggioranza dei primi lettori della Marvel comics, l’eroe in cui tutti loro potevano riconoscersi.

 

 

 

DEV4

 

 

I personaggi di Stan Lee trasmettono valori che vanno oltre una semplice lettura manichea delle storie: accettazione della diversità (Fantastic Four, X-Men, DareDevil, Hulk); empatia e cooperazione (The Avengers); determinazione malgrado le avversità. Mancheranno a molti i cameo nei film e nelle serie TV della Marvel a cui eravamo affezionati.

Ambro Basho

Video

Inizio pagina