fermoposta.it → inviati dalle band
Migliora leggibilitàStampa
9 novembre 2012

Quiet In The Cave

Tell Him He’s Dead

2012 - Cave Canem Do It Yourself

Tell Him He’s Dead” è un Ep postumo della band Quiet In The Cave, che dopo dieci anni di oscura militanza underground ha deciso di sciogliersi definitivamente consegnando ai posteri questo lavoro inquietante ed a tratti interessante. Il loro sound è un crossover di influenze post-core ed industrial condite in salsa black metal, una sorta di rassegna delle tendenze “oscure” che hanno invaso ormai da anni un panorama musicale che una volta si chiamava Heavy Metal. Questo lavoro è il tipico esempio di musica “di genere”, un prodotto ben confezionato destinato ad un pubblico “educato” a questo tipo di sonorità, non aggiunge niente di nuovo ma allo stesso tempo ha una sua dignità, ha un posto nella nebulosa delle band di provincia che dopo aver esaurito il proprio ciclo si sfaldano, implodono lasciando un’esigua discografia. Ministry, Motorpsycho, accenni di Fantomas, sono i momenti più alti di questo Ep che però a mio avviso paga un po’ troppo alcuni “sbalzi” melodici che si inseriscono in maniera alquanto banale in tessiture Doom che potrebbero tranquillamente vivere di vita propria (Measure). Monstro è in assoluto la migliore track del disco, e ne giustifica l’esistenza. Naturalmente non bisogna prendere per oro colato tutto ciò che contiene  chitarroni e growl, ma bisogna riconoscere che è grazie band come questa che esiste un sottobosco musicale in Italia, e spesso è proprio dalla “decomposizione” di queste realtàche si forma qualcosa di interessante ed importante, quindi lunga vita (o morte) ai Quiet In The Cave, gradino fondamentale della piramide musicale. Una nota all’ottimo packaging dell’etichetta Cave Canem Do It Yourself.

 

 

Nick Zurlo

Quiet In The Cave: "TELL HIM HE’S DEAD", 2012, Cave Canem Do It Yourself


Video

Inizio pagina