fermoposta.it → inviati dalle band
Migliora leggibilitàStampa
7 febbraio 2019 , ,

Lightpole

DUSK

16 Luglio 2018 - OverDub Recordings

lightpoleContrastanti stati di animo nell'incerta luce del giorno che sta arrivando. Sogni ed ansie che si rincorrono tra le apparenze dell'alba. Agita le proprie trame in atmosfere crepuscolari “Dusk”, l'esordio sulla lunga distanza dei marchigiani Lightpole. Dopo aver rilasciato due interessanti EP ed aver indossato le vesti di opener ai concerti di Motta e de Il Teatro degli Orrori, il quartetto concretizza le proprie velleità artistiche imbastendo una tracklist di nove movimenti nella quale far confluire il rendiconto di un intenso triennio di attività. Ammaliante ed oscuro il canovaccio art-rock dell'album lascia spazi ad incursioni psyche-stoner (il tribale intro The Huckster's Meal e What You Leave Back) e a derive elettro (Collapse); la timbrica artificiosamente deformata del vocalist Eug Iommi e le liriche rigorosamente in lingua inglese ben si insinuano nelle nebulose evoluzioni sonore dispensando una configurazione dal respiro internazionale ad una proposta che sembra avere nei Radiohead e nei nordici Gazpacho le sue vitali muse ispiratrici. The Founding Father e Euphelia si segnalano i passaggi più coinvolgenti di un lavoro che nel suo insieme si rivela start point ben confezionato e di tutto rispetto.  

 

Alessandro Freschi

Audio

Inizio pagina