Migliora leggibilitàStampa
26 ottobre 2018 , ,

Twinscapes (Feliciati-Edwin)

VOL.2 – A MODERN APPROACH TO THE DANCEFLOOR

2018 - RareNoise Records/Goodfellas
[Uscita: 26/10/2018]

Australia-Italia  

 

Twinscapes Vol.2 - CoverSperimentali contaminazioni, mood sospesi tra synth-pop, ambient e progressive, improvvisazioni dal retrogusto jazz-rock. Una formula atipica figlia di un vissuto artistico che custodisce nel contempo maliose reminiscenze che profumano di Japan e King Crimson, Ultravox e Gentle Giant. Sotto l'egida della label inglese RareNoise Records il tandem di bassisti Colin Edwin (Porcupine Tree, MTOB) e Lorenzo Feliciati (Naked Truth, Berserk!) -accomunato sotto il moniker Twinscapes- approda alla seconda prova discografica A Modern Approach to the Dancefloorcon la genialità ed il talento che lo contraddistingue, per l'occasione ben supportato  dalla presenza in studio di registrazione di Roberto Gualdi, percussionista della P.F.M.  Sono monumentali le linee di basso posizionate al centro di questo inedito disegno sonoro in cui i due musicisti interagiscono ricorrendo a tecniche di esecuzione spesso contrapposte (da un lato le precise irruzioni del fretless di Edwin, dall'altro le variegate evoluzioni dello strumento a tasti di Feliciati) foggiando dieci stimolanti movimenti strumentali all'interno dei quali è possibile assaporare canti gregoriani immersi in cadenzati tribal-grooves (Severing Suns), cartoline orientaleggianti (Ghost of Tangeir), derive fusion d'impronta cinematografica (Future Echo), melodie in chiaro-scuro (In a Haze) e interessanti richiami ad atmosfere pop di stampo eighty (Tin Can).

Edwin - FeliciatiNel suo insieme una gradevole tracklist che procede spedita, senza colpi a vuoto, decretando ampiamente superata la prova numero due della premiata ditta Edwin-Feliciati (da sinistra nella foto). Esiste un particolare feeling tra le parti in gioco, una fatale influenza reciproca, che consente ai Twinscapes di intraprendere ardite soluzioni slegate da schemi predefiniti che possono vantare, nella loro velleitaria estemporaneità, imprevisti impatti emozionali. Approcci moderni ed inaspettati, non necessariamente per soli dancefloors.    

 

Voto: 7,5/10
Alessandro Freschi

Audio

Video

Inizio pagina