Migliora leggibilitàStampa
27 luglio 2017 ,

Sad Cambodia

FIRST METHEORETICAL BULLETIN

2017 - Sincope-Under My Bed Recordings - Tape, Ltd. Ed.
[Uscita: 21/05/2017]

sad cambodia a3279395667_10Side project di Stefano Stephanowic (My Dear Killer) e di Massimo Truculentboy Onza (Wound),

Sad Cambodia sembra essere un’indagine, un’esplorazione emotiva. Come dice il titolo stesso di questa loro primissima uscita, volutamente ‘di nicchia’, volutamente sfuggente, disponibile solo su nastro e quindi su un supporto che chiama direttamente in causa la ferma volontà di chi vuole stabilire il contatto, il bollettino meteorologico analizza e si addentra in un fenomeno, lo fa in un momento preciso, tenendo conto di tutte le concause e di tutti i dettagli che contribuiscono a determinarlo e renderlo irripetibile. Il sensore usato per l’analisi è dato dalla commistione e dall’alternanza di strumenti analogici e acustici che diventano captatori e registratori ambientali. Un ambiente tempo e un ambiente senso, un contrapporsi e un compenetrarsi di esteriorità e interiorità. Tutto questo è trascritto quasi in tempo reale, inciso in un solco che si muove e si articola seguendo degli impulsi che si raccordano ad attitudini e stati d’animo. Dosaggi raffinatissimi rappresentati da morbidi e rarefatti arpeggi di chitarra lacerati o contrastati da feedback, da loop e bordoni stridenti, ripetitivi e asettici.

 

Cambodia_assemly_nPrende vita una danza maestosa e calibrata, un duello incentrato sull’esibizione di forza e fierezza, ostentazione e dinamica che elevano il suono e la fluttuazione in vincitore finale. L’energia e il magnetismo che si sprigionano dal movimento, dalle sollecitazioni più disparate, sia lievi e infinitesimali o di più impellente irruenza. Un tempo di sole, una brezza al tramonto che muove ombre tra riverberi di rossi accesi, il torpore lattiginoso di un’alba, la magica immobilità dell’erba brinata o ancora i tuoni, i lampi e gli squarci violenti di luce. Il mutamento, la metafora della trasformazione perenne che muove le cose dandogli respiro metafisico. Partecipate del sapere ancestrale del mondo, rispolverate la piastra e fate partire questo nastro, vi verranno svelati in un sussurro tutti i segreti e tutte le perturbazioni del vostro tempo e quando tornerete più volte a girare il lato della cassetta sarete entrati in simbiosi con la continuità e con la cosmogonia del tempo ciclico. Buon divenire!

Voto: 7/10
Romina Baldoni
Inizio pagina