Migliora leggibilitàStampa
28 settembre 2016 , , ,

Deckard

COSMOPOLIS

2016 - T.A.Rock Records-Electronic Division - 10 tracce - 54 minuti - CD/DD
[Uscita: 31/03/2016]

#consigliatodadistorsioni     

 

deckardcover1223709A due anni dall’ottimo mini-album “Noble Gases” del 2014, il produttore pugliese Beppe Massara (in arte Deckard, dal nome del personaggio di Harrison Ford in “Blade Runner”) torna con una decina di tracce quasi del tutto strumentali (tranne che per l’utilizzo di campionamenti di vocalizzi femminili e voci parlate maschili tratte da film) realizzate con strumentazione elettronica “hardware”, sintetizzatori analogici e digitali, campionatori. Cosmopolis è il terzo lavoro del tranese Deckard: una raccolta di dieci affreschi sonori dalla forte connotazione cinematico-fantascientifica, oltre cinquanta minuti di possibili colonne sonore per immagini create dalla nostra mente. Dai titoli dei brani si capisce subito che il tema dell’album è una critica satirica nei confronti del cyber-capitalismo che sta schiacciando (e continuerà ancora a farlo) intere società sotto il peso di infiniti debiti. L’apertura A Marble Middle Finger è una pulsante traccia ambient caratterizzata da percussioni etniche dall’incedere tribale abilmente fuse ad un basso costituito da un arpeggiatore analogico di cosmica memoria. Da brivido i pad di sottofondo che tessono algide melodie. Nel finale emergono campionamenti di voce femminile che rafforzano il feeling etnico del brano.

 

La title-track Cosmopolis si apre con uno scampanellio di arpeggiatori analogici (vagamente alla Coil) che ci introduce gradualmente in ambientazioni fantascientifiche. Nella seconda metà, il brano si impenna con un sequencer-bass ipnotico e un vortice di suoni che ricordano alcune colonne sonore di John Carpenter. Stock Options Fuck Options è un brano molto particolare con un bel lavoro di intrecci di bass-lines, una analogica di deckardsottofondo e una predominante FM (ricordate il mitico synth Yamaha DX7?) in odore fusion. Anche qui le atmosfere create dai pad sintetici e dal pianoforte sono fortemente cinematiche. Campionamenti di voci femminili conferiscono un sapore quasi jazz al brano. 

Sub Crimes, uno dei migliori episodi del disco, è una tenebrosa traccia uptempo che sembra tratta dalla colonna sonora di “Blade Runner”. Bull Balls On The Sidewalks è un’altra traccia uptempo (che ricorda i pezzi strumentali degli ultimi Front242) costituita da un basso distortissimo su una cassa in 4/4 e suoni trance distorti su arpeggiatori di vario tipo. Se Ethreal Currency è una bellissima traccia malinconica per piano e rumori elettronici, la successiva The International Monetary F… è una scintillante traccia uptempo dalle melodie orientaleggianti.

Tralasciando Gang Bank che, pur avendo un titolo azzeccatissimo e grandi suoni, non ha una direzione ben precisa, si passa a Someone Bets On Your Life, traccia ambient chill-deckard2out dal mood più sognante/romantico, apoteosi del suono analogico di Deckard, caratterizzata da vocalizzi femminili campionati. Si chiude in grande stile con What Do Wall Street Brokers  Listen To While Jogging?, un brano alla Delerium, che con una voce femminile “vera” avrebbe fatto un figurone, se confrontato con le produzioni di artisti di fama del genere chill-out, grazie ad un programming notevole che mostra tutta la maestria di Massara. Cosmopolis è un album con un’ottima produzione e valide idee musicali, che ha come unici punti deboli l’eccessiva lunghezza e un paio di tracce meno accattivanti, che lo rendono un lavoro leggermente meno diretto del precedente Noble Gases. Consigliato agli amanti della chill-out e delle colonne sonore dei film classici del genere fantascientifico anni ’80 e ’90.  

 

Deckard – lavori precedenti

Noble Gases – 31 May 2014 (digital EP – T.A.Rock – Electronic Division)

Bit Bullets – 16 June 2011 (digital compilation 2003/2011 - Quantum Bit)

 

Voto: 7/10
Diego Loporcaro

Audio

Video

Inizio pagina