fermoposta.it → inviati dalle band
Migliora leggibilitàStampa
7 aprile 2014

Via del Blues

WORLD OUT THERE

2013 - Gruppo ASD
  • la via del blues world out thereQuando il blues in Italia era ancora materia oscura per pochi addetti ai lavori, nell’anno di grazia 1969, due giovanissimi baresi, Dino Panza (armonicista) e Gino Giangregorio (chitarrista), ebbero la sfrontatezza e l’ardire di proporre la loro personale visione della musica blues ad un pubblico certamente poco abituato ad un tipo di sound, sino ad allora, espressione tipica degli afroamericani e da poco ri-scoperto in UK e nei paesi nord europei; era l’epoca in cui al nord, a Milano e Venezia, Fabio Treves e Guido Toffoletti facevano esperienza e la stessa cosa faceva Roberto Ciotti a Roma. In quel di Bari G & D (così nell’ordine per non incorrere in sgradite confusioni con Dolce & Gabbana), misero in piedi una band che fu chiamata Via Del Blues, certamente una delle prime esperienze blues del Sud Italia, una terra dove allora la melodia napoletana dominava incontrastata, e dove il massimo della trasgressione in musica erano Al Bano  e il pur bravo Domenico Modugno. Ebbene G & D, il loro progetto targato Via Del Blues lo hanno portato avanti sino ai giorni nostri, attraverso la collaborazione con una miriade di musicisti, un infinità di live gigs e lavori discografici autoprodotti, magari un po’ naif ma sempre caratterizzati dalla loro passione totale per il blues e il rock. 


  • Nel 2013 la VDB pubblica il quarto cd della loro discografia ufficiale, anche questo autoprodotto, ma caratterizzato da una grande qualità di registrazione e da professionalità tecnica e compositiva. Il cd, “World Out There”, contiene 11 tracce tutte composte dalla band, che oltre a Gino Giangregorio alla chitarra elettrica, slide e acustica e Dino Panza alla bluesharp, vede alla voce Gaetano Quarta, alla batteria Marco Barile e al basso Luigi Catella. Un sound influenzato dal Southern Blues, non poteva essere che così, con echi di JJ Cale e John Campbell, profumi di palude e alte temperature, attraverso brani come l’iniziale (Like The) Shot Of A Gun, My Bad Luck, The Fox, Strong And Wise, Best Friend sono alla finale VDB Boogie, con il solismo di G & D sempre puntuale e mai sopra le righe, il preciso lavoro della sezione ritmica e la notevole prestazione di Gaetano Quarta, in un ruolo spesso non facile per chi vuole cantare il blues dalle nostre parti. Una ennesima conferma che la scena blues italiana è viva, sia che ne siano protagonisti vecchi pionieri coma la VDB o giovani emergenti.

Guido Sfondrini



Audio

Video

Inizio pagina