fermoposta.it → inviati dalle band
Migliora leggibilitàStampa
19 maggio 2013

Voina Hen

FINTA DI NIENTE EP

2013 - Autoproduzione

Fintadiniente“Voina Hen ha un significato controverso e ambiguo, è traducibile un po' in tedesco, un po' anche in giapponese, esprime qualcosa che riguarda allo stesso tempo la guerra, i polli e la follia”. Così si presentano gli abruzzesi Voina Hen, come una vena di follia creativa senza moralità e direzione, un guizzo di poesia surreale e anarchica su un impianto musicale indie rock cantato in italiano. Splendidamente prodotto da Manuele “Max Stirner” Fusaroli e Marco di Nardo, “Finta di niente” è il primo parto del quintetto, un EP di quattro canzoni (tra cui una cover di Battiato, Summer On A Solitary Beach) che ci racconta la storia di una generazione mandata al macero con rabbia cieca ed ironia caustica, con un indie rock dal feeling a metà tra malinconia e rabbia a fior di pelle. Una cosa che ci ha ricordato, parlando di testi, l'ultimo lavoro dei Fine Before You Came. A livello musicale, invece, siamo ben distanti, trovandoci all'incrocio tra un certo indie rock italico di inizio anni zero, alcune (molto) velate inflessioni post-hardcore (la title-track) e una neanche troppo celata tendenza emo. Discreto il lavoro delle chitarre (anche se spesso si cade nel banale), coadiuvato da un bel basso ruspante e metallico che attraversa come un fiume tutte le tracce dell'EP, dando consistenza e un certo sapore funky alla sezione ritmica (Algeria). La voce, dal canto suo, mostra di sapersi ben destreggiare tra momenti melanconici e nevrotiche discese agli inferi. Il risultato finale, in termini di resa sonora, è indubbiamente buono. I pezzi, invece, peccano un poco di originalità, rilasciando a dosi da elefante, fredde folate di quella strasentita malinconia priva di profano calore rock'n'roll che sembra essere, da ormai troppo tempo, la cifra stilistica dell'indie rock tutto (o quasi), e di quello italico in particolare. Non male come inizio, ma di strada da fare ce n'è ancora un bel po'.

 

Leonardo "Kaosleo" Annulli

Video

Inizio pagina