Migliora leggibilitàStampa
9 novembre 2017 , , ,

AA.VV.

KAMINARI VOL. 2 – 19 MORE JAPANESE GARAGE MONSTERS

2017 - Groovie Records
[Uscita: 30/10/2017]

Giappone  #consigliatodadistorsioni    

 

a1847679199_16A due anni dall’uscita del primo volume, l’etichetta portoghese Groovie Records (dedita principalmente a produrre musica garage) esce con il secondo volume della raccolta “Kaminari (19 More Japanese Garage Monsters)”, dedicata a far conoscere il garage beat proveniente dal Giappone. Le diciannove tracce che compongono questo doppio LP riguardano altrettante band del Sol Levante, da sempre Paese avido divoratore di novità musicali provenienti dall’Occidente, e per questo spesso considerato “terra di conquista” dagli artisti pop britannici o americani. Questo volume, di contro, si propone di rovesciare la prospettiva, portando agli occhi dell’Europa il Giappone non solo come consumatore di musica, ma anche come Paese capace di sfornare prodotti musicali di livello medio/alto.

 

Lungo tutto il percorso di questo secondo episodio della raccolta Kaminari sono passate in rassegna tutte le variegate sfaccettature tradizionali dei suoni lo-fi, a cui il tocco giapponese aggiunge certamente qualcosa in termini di valore e godibilità. Si passa con grooviegrande naturalezza dal surf/rock’n’roll di Bang the Drum All Day (The Yummys) e Japanese Wacky Race Theme (The Beat Girls, gruppo tutto al femminile), al blues acido di Hearse (Dance Cleopatra), dal garage-punk di Baby Please Don’t Run Away (Mondo Diamond) e A Legal Matter (Bigmama’s Shockin’ 3) a temi sci-fi (Yokubô No Chi Ga Shitataru Toki -Vivian Boys, Surfin’ Ghost-Bobby’s Bar) e garage beat/psichedelici (Fuzziyama Beat-Fuzziyama Surfers). I diciannove episodi sono pervasi da quel tratto “fanciullesco” tipico della cultura manga giapponese, che arricchisce l’intera raccolta di preziosi elementi per apprezzare ancor di più un genere tipicamente anglo-americano declinato secondo i dettami del Sol Levante. Infine anche una bella e variegata sfilza di cover d'antan: Bang the Drum All Day (Todd Rundgren), Mary Ann (Ray Charles), Jack The Ripper (Stacy, Haggin, Simmons, S.L.Sutch), Legal Matter (The Who).

 

I due volumi (cui sembrerebbe in predicato di aggiungersi un terzo nel prossimo futuro) della raccolta Kaminari suonano proprio come un tuono (la traduzione più fedele al significato della parola giapponese), che squarcia la monotonia del genere per come siamo abituati a intenderlo, offrendoci uno spaccato molto interessante su una cultura (musicale e non solo) che meriterebbe di essere approfondita.  

 

Tracklist

SIDE A
1 Ed Woods - Space Chicken
2 Dance Cleopatra – Hearse
3 Mondo Diamond - Baby Please Don't Run Away
4 Fuzzist and the Voodoo Bones – Searching
5 Matsubokkuriman the Guinness - Enka Experience
6 The Fuzziyama Surfers - Fuzziyama Beat
7 Vivian Boys - Yokubô No Chi Ga Shitataru Toki (Another VB Mix)
8 The Yummys - Bang the Drum All Day
9 Swamps - Mary Ann
 
SIDE B
1 Samehada Shiriko and Dynamite – Samehada Stomp
2 Bobby’s Bar – Surfin’ Ghost
3 The Beat Girls - Wacky Races Theme
4 The Impacts - It's Too Late
5 Middle's – Alligator
6 Thee Mighty Fevers - Sex High School Weekend
7 The Paralyz – Exodus
8 Creepy Crawlers - Jack the Ripper
9 Bigmama Shockin' 3- A Legal Matter
10 Lulufin the Woo Hoo - Jungle Call

 

Voto: 8/10
Riccardo Resta

Audio

Video

Inizio pagina