Migliora leggibilitàStampa
17 giugno 2016 , ,

King of the Opera

PANGOS SESSIONS

2016 - A Buzz Supreme
[Uscita: 17/06/2016]

#consigliatodadistorsioni     

 

king-of-the-opera-pangos-sessions-300x300"Pangos Sessions": il titolo dovrebbe essere esemplificativo. E infatti questo non è affatto l'atteso nuovo disco di Alberto Mariotti e del suo bellissimo progetto King of the Opera. A quanto pare dovremo pazientare ancora un po' per vedere il successore del meraviglioso "Nothing Outstanding" (2012), uno dei migliori dischi italiani degli ultimi anni, al pari dell'unico Blue Willa. In quel disco, dalla varietà stilistica incredibile, erano della partita i notevoli  Francesco D'Elia e Simone Vassallo, adesso impegnati e imbarcati in nuove esaltanti avventure. Adesso Mariotti ha ingaggiato al suo fianco Andrea Carboni, polistrumentista e Elia Ciuffini alle percussioni. Oltre a questi due abbiamo anche due bravissimi musicisti come Mirko Maddaleno, ex Blue Willa e Alberto Niccolai alla batteria, presente in metà dei brani qui presenti e che già collabora con Mariotti nell'altro interessante progetto parallelo denominato Ocean Bells, prossimo all'esordio adulto. Tutte operazioni che dimostrano la genialità e prolificità di Alberto, certamente uno dei personaggi più creativi della nostra scena indipendente.

 

kotoIMG_7256Ma torniamo al disco in oggetto. Nel 2015 il nostro decide di pubblicare, a intervalli regolari, quattro volumi delle "Pangos Sessions", nel solo formato digitale. Il nome del progetto è in pratica una dedica a Alessio Pangos che ha registrato il tutto nel suo Sonic Studio di Pontassieve, alle porte di Firenze.

Delle dieci tracce qui presenti ben 5 sono covers, magnificamente interpretate, e non sono state scelte casualmente. Affinità musicali innanzitutto, ma non solo, l'anello di congiunzione è il periodo di pubblicazione delle stesse, 1985, ovvero l'anno di nascita di Mariotti. Si tratta di brani molto noti ma riarrangiati ed eseguiti con una classe e perizia sconosciuta al 90% delle mediocri cover e tribute band che infestano la penisola, togliendo aria e spazio a progetti più meritori. Doverosa precisazione che necessiterebbe un ricco approfondimento.

 

La splendida voce di Alberto riesce più volte a fare la differenza, alle prese con artisti giganteschi come Tim Westerberg (Replacements), Tom Waits, Robert Smith (The Cure). Mike Scott (Waterboys) e Thurston Moore (Sonic Youth). Proprio quest'ultimo sembra essere quello più distante dalle tipiche sonorità King of the Opera ma il pistoiese kotoIMG_7279sembra avere abbastanza risorse per uscirne alla grande. Le altre covers suonano molto intelligentemente assai distanti dalle canoniche produzioni anni ottanta, eleganti arrangiamenti, prevalentemente acustici e voce prevalentemente sognante. Ma la classe di Mariotti viene fuori anche nelle rimanenti tracce, che sono un inedito e quattro attente riletture di brani vecchi che gli estimatori del nostro conosceranno molto bene. Qui abbiamo ottimi ripescaggi targati Samuel Katarro, 9V, Beach Party e Pop Skull (con inserto velvetiano di Some kinda love e vocalizzi alla Tim Buckley) non proprio irriconoscibili ma soggette alle mutazioni esecutive del Mariotti kotoIMG_7283targato 2015. Più vicino all'originale Nothing outstanding, pur priva delle ricche sonorità del disco omonimo.

Conclude il lotto di canzoni un bel brano inedito, By the shore, nel tipico stile King of the Opera e che verrà pure promosso con un video. Ascoltate tutte d'un fiato e senza curarsi del fatto che sono rifacimenti personali e cover versions le Pangos Sessionshanno una resa d'ascolto notevole e potrebbero anche essere un modo sia pur tardivo d'avvicinarsi al mondo magico d'Alberto Mariotti. Ma il consiglio spassionato è quello di recuperare la sua discografia completa, qui niente va buttato, sia quando registrava col moniker Samuel Katarro che con i King of the opera del primo album. Restando infine ben sintonizzati sulle sue mosse future che certamente sapranno regalarci altre gradite sorprese.

 

Voto: 7.5/10
Ricardo Martillos

foto 2-3-4: Alberto Mariotti, di Ricardo Martillos

 

Official    Social  

A Buzz Supreme

 


Audio

Video

Inizio pagina