fermoposta.it → inviati dalle band
Migliora leggibilitàStampa
20 agosto 2012 ,

Common Deflection Problems

We All Play Synth

2012 - Human Feather, Lemming, Butta il veleno P., HYSM?, Ashamed, Brigadisco, QSQDR, The Bloody Dirty Sanchez

 

common deflection problemsIl nomadismo è certamente uno stile di vita per Antonio Iannola, Mario Noviello e Gianpiero Cacace, rispettivamente chitarra, basso e batteria dei Common Deflection Problems. Trasferitisi prima a Londra e successivamente a Barcellona, hanno vagato per l’Europa incidendo per etichette norvegesi, inglesi, spagnole e italiane. Anche le loro sonorità sono il risultato di un nomadismo sonoro in cui il math-rock è costantemente contaminato da proiezioni funky-jazz e da derive prog. E’ un approccio matematico alla scrittura quello che domina “We All Play Synth”: sequenze irregolari e spigolose, serie apparentemente divergenti,  poliedri anomali, superfici frattali ... Lo si nota nel brano d’avvio The cult of Molok, nella psicotica Steve e nelle nervose Hugo in the Continent e Urania. Molto più sperimentale il funky-jazz di Lot of fun down the Vatican. Un album che mostra il talento ed la carica espressiva di una gran bella band.

 

 

Felice Marotta

We All Play Synth Bandcamp

Human Feather      

 

 Tracklist:

 

1

 

The Cult Of Molok

   

2

 

Steve

   

3

 

Hugo In The Continent

   

4

 

Urania

   

5

 

Lot Of Fun Down The Vatican

   

6

 

Kasbha

 


Video

Inizio pagina