Migliora leggibilitàStampa
19 gennaio 2018

Maciej Obara Quartet

UNLOVED

2017
[Uscita: 03/11/2017]

Polonia-Norvegia   #consigliatodadistorsioni     

 

macie obara UnlovedAscoltandoUnloved”, del quartetto del sassofonista Maciej Obara, si ha la netta sensazione che la scena jazz polacca sia notevolmente in forma. Dopo essere stato chiamato nel 2008 dal grande trombettista Tomasz Stańko a collaborare per il progetto “New Balladyna Quartet”,  Obara incontra il promettente pianista polacco Dominik Wania. Dopo diverse collaborazioni forma l'attuale quartetto composto ovviamente da Wania al piano e dai due norvegesi Ole Morten Vågan al contrabbasso e Gard Nilssen alla batteria. Il progetto ha un notevole debito verso la musica dei due grandi maestri del jazz polacco del '900: Tomasz Stańko e Krzysztof Komeda (per chi non lo ricorda il grande autore delle colonne sonore delle principali pellicole del cineasta Roman Polański). Il sassofono dell'artista polacco è dotato di una sonorità densa e vigorosa (Echoes) con una vena di profonda malinconia, notevole inoltre la propensione alla melodia.

One For si apre con una tema meraviglioso, piacevolissimo, il tutto evidenziato dal pacato assolo di piano. Con Echoes ci spostiamo quasi in ambito avant-jazz: due minuti di introduzione al piano e poi dal terzo Vågan e Nilssen creano un meraviglioso tappeto obaramusicale per le evoluzioni di Obara (nella foto), con un deciso timbro nervoso e sfuggente; chiude la traccia l'assolo ispirato del giovanissimo Wania, cosi sicuro e tenace da sorprendere. La registrazione come sempre in casa Ecm Records predilige la pulizia e sottolinea le dinamiche dei suoni che ricreano atmosfere e momenti di poesia. Il quartetto polacco sembra a suo agio in tutte le situazioni: ballad, improvvisazioni frenetiche o brani aperti come Storyteller, nel quale l'accompagnamento di batteria e contrabbasso è giocato su un solido ed elegante interplay tra i due. Ancora una volta l'occhio esperto di Manfred Eicher, patron della Ecm, ha scovato un promettente quartetto che ci regalerà, ne siamo certi, ottima musica in futuro. 

 

Voto: 7/10
Nicola Barin

Audio

Video

Inizio pagina