Migliora leggibilitàStampa
9 novembre 2013

MOSTRE – “The Gathering Storm: The Cover Art of Storm Thorgerson”

23 ottobre – 24 novembre 2013, Venezia, Officina delle Zattere


thorgerson E' in corso a Venezia, dal 23 ottobre al 24 novembre, la mostra "The Gathering Storm: The Cover Art of Storm Thorgerson", prima esposizione antologica italiana dopo la morte dell'artista avvenuta lo scorso 18 aprile. La mostra è ospitata presso l'Officina delle Zattere, anche sede del Padiglione del Bangladesh della Biennale Arte, di cui "The Gathering Storm" è un evento collaterale. L'esposizione raccoglie 47 opere del geniale artista grafico inglese e dello studio Hipgnosis da lui fondato con l'amico Aubrey Powell nel 1967, riprodotte su stampe fotografiche ad alta risoluzione, su negativo originale, controllate e firmate dallo stesso Thorgerson. Le opere esposte non sono dunque moltissime ma l'ingresso alla mostra è libero e vale la pena farci un salto, per chi avesse occasione di passare dalla città lagunare, per poter ammirare da vicino il  lavoro di questo grande artista del rock.

 

thorgersonIl percorso espositivo è accompagnato dal sottofondo musicale dei Pink Floyd proveniente da un bel video che accoglie i visitatori all'ingresso. Il video ripercorre la carriera dei Pink Floyd, con spezzoni di concerti e interviste ai membri della band, dai quali emergono aneddoti e ricordi (come quelli legati a Syd Barrett), alternati con interviste a Storm Thorgerson e immagini dei 'making of' di video e set fotografici per le copertine degli album. Le sue fotografie non erano infatti costruite al computer ma venivano realizzate dopo una lunga preparazione delle scenografie che, per esempio, nel caso di "A Momentary Lapse of Reason", avevano implicato il trasporto sulla spiaggia di centinaia di letti, compiuto con un grosso sforzo fisico da persone incaricate dall'artista.

 

Nella preparazione della foto per "Animals", invece, un maiale gonfiabile era stato legato alla Battersea Power Station ma le funi si erano poi spezzate, facendo fluttuare il maiale nel cielo di Londra e regalando così alla band un'inaspettata pubblicità poiché per giorni i thorgerson media si occuparono di quel curioso episodio. Gli aneddoti di questo genere sono numerosi, in gran parte noti, ma è sempre piacevole sentirli raccontare dai membri dei Pink Floyd e dallo stesso Thorgerson nel video e, subito dopo, poter vedere direttamente alcune delle opere di cui si parla. Tra le foto esposte all'Officina delle Zattere, le immagini legate ai Pink Flod sono ovviamente la maggioranza, poiché la collaborazione con loro è stata tra le più lunghe e intense, ma ci sono anche le copertine di Ian Dury and the Blockheads, Audioslave, Scorpions, Catherine Wheel e altri. La mostra è realizzata da Arteutopia di Milano in collaborazione con Stormstudio (Londra) e Leonart Gallery (Conegliano).

 

Rossana Morriello

Inizio pagina