Migliora leggibilitàStampa
23 aprile 2019

Millencolin

SOS

2019 - Epitaph Records
[Uscita: 15/02/2019]

Svezia

 

MillencolinDalla Svezia, patria del metal più estremo, una delle più longeve espressioni del punk rock contemporaneo. I Millencolin tornano a quattro anni di distanza dal precedente “True Brew” con il nuovo “SOS”, un album che conferma Nikola Sarcevic e compagni su ottimi livelli, anche dopo 25 anni (sempre con la medesima line-up, quasi un unicum nella scena internazionale). Temi politici e sociali, ritmiche martellanti, tessiture di chitarra travolgenti: il cocktail servito dal quartetto svedese è di quelli vincenti, che non vengono mai a noia nonostante la lunga militanza nella scena punk consolidata negli anni. La traccia d’apertura che dà il nome all’opera è un omaggio ai maestri californiani del genere (Bad Religion, Rancid, Green Day per fare qualche nome). L’attitudine melodica della band è perfettamente confermata nelle successive due tracce: il ritornello di Nothing è accattivante e orecchiabile, ma il brano migliore di tutto il disco è per distacco For Yesterday, con i suoi riff di chitarra ruggenti.

millencolinNel mezzo qualche pezzo che convince di meno (Yanny & Laurel, Caveman’s Land, Trumpets & Poutine), ma non mancano altri vertici all’interno dell’album. Do You Want War è un brano in pieno stile NoFx, dal caustico contenuto di denuncia politico-sociale, ripreso anche in Dramatic Planet. Allegre e scanzonate, dal puro sapore pop-punk, suonano invece Let it Be e la conclusiva Carry On. “SOS” marca un ritorno in ottima forma della band svedese, da un quarto di secolo ai vertici del punk europeo e non solo. Una garanzia.  

 

Voto: 7/10
Riccardo Resta

Video

Inizio pagina