Migliora leggibilitàStampa
27 maggio 2018 ,

Fast Animals and Slow Kids: “Forse Non E’ La Felicità” tour

18 Marzo 2017, Milano, Alcatraz


faskAbbiamo assistito nel Marzo 2017 all’Alcatraz di Milano ad una delle prime tappe del tour “Forse Non E' La Felicità” (il nuovo disco) dei Fast Animals And Slow Kids, sold out per il gruppo indie alternative rock di Perugia. Ad aprire due band emergenti che si stanno facendo spazio nella scena musicale italiana, Gomma e Labradors, che tengono il palco per un'ora, scaldando i primi arrivati. Salgono poi sul palco i Fask, che presentano il loro nuovo disco e alle canzoni più recenti alternano alcune dei dischi precedenti: “Cavalli”, ”Hybris” e "Alaska”. Il concerto si apre con Asteroide e Giorni di gloria, le prime due tracce di Forse Non E’ La Felicità. Dopo a ruota Combattere per l'incertezza, Calci in faccia, Fiumi di corpi, la ballata Tenera età, Ignoranza, Il mare davanti, Montana, Capire un errore. La band dopo ha eseguito un brano più personale, 11 Giugno, traccia nuova (nonché data di compleanno del cantante Aimone) e Il Vincente, che nel disco Alaska gode della partecipazione al piano di Francesco Chimenti dei Sycamore Age.

 

Troia e Maria Antonietta anticipano i primi ospiti della serata. I Fask qualche giorno prima su Facebook avevano annunciato la presenza di due band amiche: Ministri e Zen Circus. I primi suonano una cover di Territorial Pissing dei Nirvana. Dopo un ringraziamento ai Ministri proseguono i padroni della serata con le ultime due canzoni Fask_foto 1sitoprima del bis. La prima dall'album con cui i Fask avevano salutato il 2014 e aperto il 2015, Coperta, uno degli episodi del gruppo più apprezzati sia dai fan longevi che dai neofiti. La scaletta si conclude con Annabelle, il primo singolo rilasciato dopo un anno di assenza dai palchi che ha introdotto l’ultimo lavoro nel Dicembre del 2016. Con sorpresa del pubblico dopo la breve pausa non saranno gli originari del grifo a ripresentarsi sul palco ma i Zen Circus, che suoneranno il loro cavallo di battaglia Andate Tutti Affanculo. Si va così verso la conclusione del concerto:  i Fask tornano sul palco per eseguire Come reagire al presente,  A cosa ci serve (da Hybris, forse il brano che ha fatto più breccia nei cuori dei fans della band) e chiudere con Forse Non E' La Felicità, con un maestoso coro dei  4000 presenti. Un live pieno di emozioni e con un’ottima organizzazione da parte dell’Alcatraz. 

 

Giulia Bui

Video

Inizio pagina