Migliora leggibilitàStampa
5 giugno 2013

Dirtmusic

TROUBLES

2013 - Glitterbeat
[Uscita: 7/06/2013]

Dirtmusic TROUBLES 2013 – Gltterbeat # CONSIGLIATO DA DISTORSIONI

 

Il mal d’Africa non può non colpire, prima o poi, i musicisti occidentali più sensibili alla ricerca delle radici profonde della musica e all’incontro con tradizioni e storie musicali diverse: nel rock cominciarono fra gli altri Brian Jones e Ginger Baker, oggi sono numerosi i canali di comunicazione e di scambio fra musicisti africani ed europei o anglosassoni. Da qualche anno è il Mali il punto di attrazione e interesse principale; il Paese subsahariano che forse sta uscendo da una terribile guerra civile, ha una vivissima e ricca scena musicale, dal blues del deserto al canto wassoulou, all’esperienza dei griot ed eccellenti musicisti i cui nomi hanno ormai superato i confini del Continente. Il progetto Dirtmusic, Chris Eckman dei Walkabouts e l’australiano Hugo Race, dopo un primo album nel 2007 come trio con la presenza di Chris Brokaw ex Come  e Codeine, che andava alla ricerca delle radici della musica di frontiera americana e australiana, subisce una decisa svolta con la partecipazione al Festival-au-Desert di Timbuktu; restano affascinati dalla musica maliana e tuareg in particolare intessono uno stretto rapporto con la band Tamikrest. Esce così il loro primo album “africano” “BKO”.

 

Nel settembre scorso Eckman e Race si recano a Bamako, nel pieno della crisi politica e di una tragica guerra con i gruppi fondamentalisti islamici che avevano occupato il Nord del paese, per registrare questo album significativamente intitolato “Troubles”. Le canzoni sono soltanto abbozzate e troveranno la loro definitiva forma durante le session di registrazione grazie all’incontro con i musicisti maliani e all’ influenza dell’atmosfera che si vive a Bamako. All’album, registrato nello studio di Salif Keita, hanno collaborato Ben Zabo e musicisti della sua band, le cantanti Aminata Traoré e Virginie Dembélé e Samba Toure, il cui ultimo bel disco è stato prodotto da Eckman che vi ha suonato insieme a Hugo Race.  La Glitterbeat, sussidiaria della Glitterhouse, ha già annunciato la pubblicazione di un cd con altro materiale registrato in questa occasione per gli inizi del 2014.

 

dirtmusicVeniamo alla musica che nasce dall’incontro fra tradizioni e scuole musicali diverse, il desert blues, l’indie, il dub, l’hip hop, il canto dei griot, l’afrobeat, il funky, il blues: il risultato di questa commistione, accentuata dall’uso accanto alla strumentazione elettrica rock di strumenti propri della tradizione africana e dell’elettronica, ricorda certe produzioni di Bill Laswell, in particolare per il dub, l’ipnotismo trance intriso di spiritualità e afflato mistico di Transglobal Underground o di Aisha Kandisha Jarring’s Effect, ma anche il sound rabbioso dei primi Almamegretta, anche se qui il punto di riferimento non è il Maghreb, ma l’ Africa Occidentale. In Troubles si respira un’atmosfera al tempo stesso dilatata, ampia, evocativa e ancestrale, ma anche una forte tensione drammatica data dagli eventi esterni e dalla situazione politica e sociale del Mali; al pari degli ultimi dischi di artisti come Rokia Traoré e Samba Toure anche qui l’impegno civile e culturale vanno di pari passo con l’ispirazione musicale. E in questo contesto la musica assume un valore decisivo come momento di unità culturale e spirituale che può aiutare ad unire e a superare le differenze tribali e ad opporsi ai veleni del fondamentalismo.

Voto: 7/10
Ignazio Gulotta

Audio

Video

Inizio pagina