fermoposta.it → inviati dalle band
Migliora leggibilitàStampa
12 gennaio 2018

Homesick Suni

APPETITE FOR DISTRACTION Ep

25 aprile 2017 - Autoproduzione

Dopo l’ottimo album d’esordio, “Cheerleaders & Quarterbacks”, 2013, in quota Homesick Suni & The Red Shades, Matteo Pin, funambolico chitarrista veneto che ha chiuso di recente la collaborazione con i Lay Llamas, band della scuderia Rocket Recordings, dopo il tour in Inghilterra al seguito dei Goat, rilascia alle stampe l’Ep “Appetite For Distraction”. Il solito, scanzonato, frizzante repertorio di brani immersi in atmosfere garage-folk, con venature di pura matrice psichedelica, barrettiana invero, a comporre un puzzle che contempla cinque frammenti ad alto tasso di godibilità sonora. Partendo da Babol Commercial Blues, il suono è immediatamente gradevole: bella voce, strumenti ben sincronizzati su un ritmo di blues agreste alquanto apprezzabile. Atmosfere riecheggianti lo stile di Syd Barrett paiono affacciarsi nella trama di Easy Peasy Lemon Squeezy, un brano dall’andatura obliqua, serpeggiante lungo traiettorie di mera ascendenza psichedelica. Ouija Board Victim accenna passi sonori di stampo beatlesiano, con la voce di Matteo che maramaldeggia sopra la liquida linea degli strumenti. Il folk permea di sé l’impianto musicale della traccia successiva, Ego Expanding, con rifrangenze di leggera psichedelia. Villa Lioni, col suo caracollare lungo sentieri a metà strada tra sognante e dissacratore folk psichedelico, chiude un Ep di rimarchevole livello.

Rocco Sapuppo

Social    


Audio

Video

Inizio pagina