Migliora leggibilitàStampa
14 maggio 2016 , ,

Höstsonaten

SYMPHONY N.1 CUPID & PSYCHE

2016 - AMS Records
[Uscita: 08/04/2016]

hostosonatenCoverNon si può pensare a Fabio Zuffanti come ad uno a cui piaccia star fermo con le mani in mano. Nel corso di questi ultimi anni  carta stampata, trasmissioni radiofoniche, libri, festival e soprattutto singolari proposte musicali hanno permanentemente consegnato nuove ribalte all'eclettico musicista genovese, per naturale vocazione alla ricerca costante di stimoli ed idee. Così dopo i recenti lavori da solista con la sua Zband, la realizzazione discografica “La curva di Lesmo” in tandem con Stefano Agnini ed il volume dedicato al prog 1967-1980 (con Riccardo Storti) ecco il buon Fabio far ricomparire all'orizzonte una delle sue creature più audaci ed antiche, quella battezzata in onore del regista Ingmar Bergman ‘la sinfonia d'autunno’, ovvero HöstsonatenSono trascorsi due decenni esatti dal debut act di questo suggestivo progetto che ha visto di volta in volta, a seconda delle esigenze di copione, l'alternarsi in studio di variegate line-up intorno al cardine Zuffanti (foto sotto a sinistra); ai primi due dischi di fine anni novanta distribuiti dalla Mellow Records ha fatto seguito la realizzazione di una gustosa saga in quattro atti dedicata alle stagioni (“Seasoncycle”) e la rappresentazione musical-teatrale della prima parte del poema di  Samuel Taylor Coleridge The rime of the ancient mariner”.

Adesso per questa inedita Symphony N.1 : Cupid & Psyche, ottava messa in scena  integralmente strumentale, scende in campo al fianco del bassista ligure nelle vesti di co-produttore, arrangiatore nonché direttore d'orchestra il conterraneo tastierista Luca Scherani (La Coscienza di Zeno e Mr.Punch).

 

hostE se la chitarrista Laura Marsano (La Maschera di Cera), il bassista Daniele Sollo (VisionAir) e il batterista Paolo Tixi (Il tempio delle clessidre) completano il quintetto rock di base, delle vere e proprie sezioni di fiati, ottoni  e legni accompagnano senza soluzione di sorta il dispiegamento dei dieci movimenti che compongono questa suite di tre quarti d'ora dedicata al racconto di Lucio Apuleio, rivisitato per l'occasione da Pee Gee Daniel.

Un minuzioso artwork di copertina, realizzato da Eugenio Crippa,  incarta questa Symphony N.1 : Cupid & Psyche che ripercorre, attraverso i suoi capitoli, la tormentata favola di Psiche e del suo sposo Cupido. Dieci composizioni si snodano in un interessante percorso sonoro contrassegnato dalle vibrazioni barocche della musica classica, le imbambolate atmosfere del folk e gli fabioaggraziati scenari jazzati, all'interno del quale prendono forma i travagliati contesti della drammatica vicenda. Una suite a  tratti pomposa, sfrontatamente teatrale, che ben incarna il pathos della novella originaria. Symphony N.1 : Cupid & Psyche si rivela un'opera rock sinfonica dall'ampio respiro internazionale che conferma lo stato di grazia e le indiscusse abilità creative in cui versa lo Zuffanti-Scherani Project, un binomio dalle cristalline qualità nel nostro panorama musicale. Non solo progressive.

Voto: 7.5/10
Alessandro Freschi

Audio

Inizio pagina