Migliora leggibilitàStampa
16 gennaio 2015

Tim Drummond

Nei cieli della West Coast

2014

  Tim-Drummond                          1940 - 2015

 

Per i più giovani il nome di Tim Drummond forse significherà poco o nulla, ma per chi ama da sempre Neil Young, CSN e tutta la West Coast significa tanto,  e la notizia della sua morte, il 10 Gennaio 2015, cancella d'un colpo una gran parte dei sogni o del ricordo di quei sogni che li ha accompagnato per tutta la vita. Timothy Lee Drummond nacque a Canton nell'Illinois il 20 aprile del 1940 e sin da giovanissimo si appassionò al basso elettrico. Durante gli anni '60 Tim lavorò come turnista nel mondo del country e del Rhythm 'n' Blues. Verso la fine del decennio collaborò con star del rockabilly come Conway Twitty (al secolo Harold Lloyd Jenkins), funky come James Brown e R'n'B come Hank Ballard. Il suo nome iniziò a circolare ed il richiamo di Nashville fu irresistibile. Di quel periodo sono le sue collaborazioni con Joe Simon, Fenton Robinson e Charlie Daniels fra gli altri. E proprio a Nashville avvenne l'incontro che gli cambiò la vita. Neil Young era da quelle parti per le sessions di "Harvest" nel 1972, e lo accalappiò subito rendendolo membro dei mitici Stray Gators e parte integrante di un disco cardine della storia del rock. 

 

drummondDa quel momento in poi Drummond fu un elemento stabile della band del canadese errante, esclusi come è ovvio i dischi incisi da Young con i Crazy Horse, e fulcro della sezione ritmica di CSN&Y, CSN (con cui incise "CSN") e Crosby & Nash. Facile a intendersi, Tim divenne uno dei pù richiesti session man della Costa Occidentale spesso in coppia con Jim bob-dylan-tim-drummondKeltner col quale condivise il leggendario reunion tour di CSN&Y nel 1974. Anche Bob Dylan fu colpito dal suo stile e lo coinvolse in album quali "Slow Train Coming""Saved" e "Shot of Love". Fra i tanti artisti con cui collaborò, e dischi in cui suonò, dal vivo e in studio ricordiamo Graham Nash ("Wild Tales"), Eric Clapton, John Mayall, Rick Danko, J.J. Cale ("Naturally", "Travel Log", "Anyway The Wind Blows"), Miles Davis, B.B. King, Ry Cooder ("Bop Till You Drop", "The Slide Area", Borderline"), Beach Boys ("16 Big Ones"), Albert Collins, Jewel. Ma la lista sarebbe infinita. Il suo suono puntuale e caldo ha fatto scuola e rivivrà per sempre nei tanti lavori incisi. Long may you run Tim...

Maurizio Galasso

Video

Inizio pagina