Migliora leggibilitàStampa
18 giugno 2016

La biografia dei Cramps

Maggio 2016, Italia


unnamedE' uscita "Viaggio al Centro dei Cramps" (Goodfellas Edizioni)la biografia ufficiale a cura di Dick Porter dei Cramps, la band americana che ha inventato lo psychobilly, guidata per 35 anni da Erick Purkhiser e Kirsty Wallace, meglio conosciuti come Lux Interior e Poison Ivy, rispettivamente voce e chitarra del gruppo. 

Con Viaggio al Centro dei Cramps Goodfellas diventa anche casa editrice, affiancando la nuova attività a quella di etichetta e distribuzione discografica. Goodfellas Edizioni, che ha pubblicato il libro il 24 Maggio, articolerà la sua produzione tramite due marchi differenti, Spittle e Goodfellas. Viaggio al Centro dei Cramps è stato presentato in anteprima al Salone Internazionale del libro di Torino, dal 12 al 17 Maggio.   

 

lux1L'edizione e la traduzione italiana del libro è stata curata da Caterina Micci, con una introduzione di Federico GuglielmiDick Porter è tra l'altro autore di diverse biografie di protagonisti della scena musicale americana del XX secolo, tra cui Ramones e White Stripes. Ha anche collaborato con il giornalista inglese Kris Needs alla stesura di "Trash! The complete New York Dolls" (2005) e "Blondie: Parallel Lives" (2012).    (Comunicato Stampa)

 

 

Due brevi stralci da "Viaggio al Centro dei Cramps" 

 

cramps_blue_LO"Aprire i concerti dei Suicide servì ad assicurare ai Cramps una regolare attività come band come band di supporto del Max's, dove in seguito fecero da spalla a band come Blondie e Mink De Ville, e a gruppi meno conosciuti come la Kieran Liscoe Rhythm band. "A quei tempi eravamo sempre il gruppo spalla, e le persone che venivano erano lì per vedere lo show di qualcun altro", ha spiegato Ivy. "Non avevano idea di cosa stessimo facendo. Scoppiavano di continuo risse tra i nostri pochi fan e i nostri detrattori. I nostri primi show erano come i primi, provocatori 'eventi' Dada di sessant'anni prima. Il cramps_red_LOpubblico era parte integrante di tutto ciò - c'era sempre una reazione di tipo ostile nei nostri confronti"".  

 

"Era rapidamente emerso come Lux non fosse semplicemente apprezzato, ammirato e rispettato - lui era amato. La sua personificazione del selvaggio spirito del rock'n'roll, il travolgente gusto per il divertimento e la personalità schietta e carismatica gli avevano accattivato la fedeltà di innumerevoli fan in giro per il mondo. Certo, la dipartita di Lux sancì anche la fine dei Cramps. Come disse Ivy nel 2006: "I Cramps sono tutto qui - una folie à deux"".  

 

foto 3-4 di Steve Jennings

 

Video

Inizio pagina