Migliora leggibilitàStampa
18 gennaio 2013

Steve Wynn

UP THERE HOME RECORDINGS 2000 TO 2008

2012 - Steve Wynn.net
[Uscita: 01/12/2012]

up_there_In occasione del Tour 2013 il leader dei grandi Dream Syndicate Steve Wynn propone sul suo sito web una serie di Editions tour Cd's ad edizione limitata, 1000 copie numerate. Ma la storia esatta la facciamo narrare al protagonista. Dice Steve: "Intanto il titolo. La mia prima etichetta ed il mio home studio quando iniziammo come Dream Syndicate si chiamava Down There, situato in un  basement a Los Angeles. Da quel momento mi sono spostato molte volte, da appartamento ad appartamento, da etichetta ad etichetta, e gli ultimi 18 anni li ho passati vivendo e registrando al 5° piano di un monolocale nella Upper West Side di Manhattan, New York City. Da quello il nome Up There. Alcune delle canzoni qui presenti erano demo di canzoni poi presenti nei dischi ufficiali, altre erano per compilations, tributi e via dicendo".

 

Sono 14 canzoni di qualità alterna, tipica di operazioni come questa e c'è spazio anche per diverse covers. Troviamo infatti la bella Tomorrow is a long ways away, ripescata nel disco postumo dei Byrds "In the beginning" (Rhino 1988) scritta da Crosby, Mc Guinn e Clark, anche se Steve indica quest'ultimo come unico autore. Una versione voce e chitarra lontana però dalle vette vocali dell'originale. La breve The truth drug di Nick Lowe scorre via veloce senza colpo ferire,  molto gradito invece il ringraziamento al genio incompreso, all'epoca, di Daniel Johnston: un personaggio che adesso molti hanno rivalutato e che lo stesso Wynn omaggia in una versione molto sentita, con leggere venature psichedeliche, di Devil Town. Abbiamo poi le scariche elettriche della younghiana Sleeps with angels, con voce filtrata, pezzo un tantino monocorde, inutile negarlo.

 

Steve WynnPer finire con le covers la cosa migliore è Lungs del grande e compianto Townes Van Zandt, figurava nel suo terzo e splendido disco omonimo del 1970, qui riproposta in una versione molto Dream Syndicate oriented. Il resto del cd ha tra le cose migliori la bellissima Still messed up, che non a caso lo stesso Wynn definisce "una delle canzoni migliori che ho scritto" ed è pure di buona fattura Hold your mud scritta in tandem con un altra leggenda del Paisley Underground, Dan Stuart (Green On Red). Un disco che va quindi considerato per quello che è, non ci sono solo scarti qui dentro, piuttosto un ritratto particolare di un musicista che si mette a nudo e ci mostra un lato inedito della sua personalità. Il disco è acquistabile solo sul sito ufficiale di Steve Wynn, al prezzo di 15 dollari. Un buona collezione tutto sommato anche se non imprescindibile.

 

Voto: 6.5/10
Ricardo Martillos

Steve Wynn website

 

 


Tracklist

Second Best

Incantation (Raise the Roof)

Tomorrow Is A Long Ways Away (Gene Clark/Crosby/Mc Guinn)

The Truth Drug (Nick Lowe)

 Bruises

 Devil Town (Daniel Johnston)

 No Complaints

 Still Messed Up

 The Good Old Days

  Hold Your Mud (Wynn/Stuart)

  Wait Until You Get To Know Me

  Lungs   (Townes Van Zandt)

  Sleeps With Angels (Neil Young)

  Over That Hill

 

Inizio pagina