Migliora leggibilitàStampa
3 ottobre 2013

Goldfrapp

TALES OF US

2013 - Mute Records
[Uscita: 09/09/2013]

Goldfrapp Metti in pentola tanta elettronica, tastiere a volontà, atmosfere morbide, rilassanti, ci aggiungi una voce femminile seducente magari accompagnata da biondi capelli e viso innocente ed il gioco è fatto. E' la storia dei Goldfrapp e di miriadi di formazioni come loro. Negli anni ottanta, durante la new wave insomma, imperversavano le voci femminili. Come duo ebbero molto successo gli Yazoo, quelli di Alison Moyet e Don't you, ma c'erano anche Martha & the Muffins, i B52, ovviamente Siouxsie, la migliore, e tra le super-bionde irresistibili Debbie Harry era la numero uno. I Goldfrapp sono formati da Will Gregory, tastiere e produttore e dalla platinata Goldfrapp che di nome fa Alison proprio come la Moyet. La più giovane di sei fratellini ha collaborato in passato con Portished, Peter Gabriel e Tricky, insomma ha un curriculum non proprio da esordiente. Lungo un percorso iniziato a fine secolo hanno sciorinato sei album, cambiando talvolta, mai troppo comunque, indirizzo musicale ed atmosfere.

 

Sonorità che vince non si cambia. L'ultimo "Tales of us" è un disco che può affascinare ad un primo ascolto, con tutti quegli archi, gli arrangiamenti ben calibrati, la voce dolcissima, insomma tutto al posto giusto. Viene in mente anche Enya, anche se qui non ci sono riferimenti gaelici, celtici o medievali. Sono qui presenti dieci canzoni, tutte con una solagoldfrapp breve parola nel titolo, ed infatti sono tutti nomi di persone. Le migliori sono quelle con le atmosfere più sognanti, fra queste le suadenti melodie di Alvar, Annabel, Drew e Laurel a tratti  molto rarefatte. Sono canzoni che per qualcuno potrebbero fungere da sonniferi visto la rilassatezza e lentezza dell'insieme ma i Goldfrapp sono questi, prendere o lasciare. O perlomeno quelli di questo disco, ben superiore al precedente "Head first" (2010), troppo legato ad un banale electropop di stampo eighties. Un ritorno alla melodia, al tipo di forma canzone ha fatto bene al duo che qui ci regala un disco tutto sommato riuscito.

 

Voto: 6.5/10
Ricardo Martillos

Video

Inizio pagina