Migliora leggibilitàStampa
29 dicembre 2014

Foo Fighters

SONIC HIGHWAYS

2014 - RCA
[Uscita: 10/11/2014]

USA

 

foocoverDopo sette album, l'idea di Dave Grohl e soci è stata quella di pubblicare un nuovo disco associandolo a una mini-serie televisiva di otto puntate (dirette dallo stesso Grohl) che narrano la genesi di “Sonic Highways”. Idea che poteva anche essere valida, se al tempo stesso fossero riusciti a realizzare qualche bella canzone. Perchè, per quanto banale possa sembrare, per fare un buon disco servono appunto le canzoni. Quello che troviamo dentro Sonic Highways non è esattamente il meglio del repertorio dei Foo Fighters. Intendiamoci, tutto è scritto e suonato alla perfezione, e siamo certi che questi pezzi fra pochi mesi faranno faville a ogni concerto. Il problema è che davvero sembrano state scritte con questa formula ben piantata in testa, un lavoro studiato a tavolino insomma.

 

dave grohlSe i FF autori di quel perfect pop che ha fatto anche scuola, a volte pure appassionato nelle sue epiche ballate, potevano avere qualcosa da dire, qui non troviamo nulla di minimamente spontaneo. E' un diluvio di mainstream rock, gradevole e veloce, ma che non ricorda nemmeno lontanamente il loro passato. Dall’innocuo crescendo di Something For Nothing (Chicago) agli archi romantici che chiudono la super-ballatona I Am A River(New York), non c’è granché, giusto qualche nostalgia in Subterranean (Seattle) e le schitarrate da viaggio di Outside (Los Angeles), con ospite Joe Walsh. Pressoché inconcludenti i power-pop In The Clear (New Orleans) e Congregation (Nashville), così come il rockettone The Feast And The Famine (Washington).

 

fooLa cavalcata elettrica in due parti What Did I Do?/God As My Witness (Austin) paga dazio al dozzinale FM 70’s rock. Il numero otto ritorna come un mantra: otto le canzoni, otto le città, otto i documentari, otto gli ospiti, per l’ottavo album dei Foo Fighters, sviluppato percorrendo in lungo e in largo le autostrade degli Stati Uniti. Sonic Highways è un progetto con una forte idea caratterizzante di fondo e per questo forse sarà ricordato nel tempo, ma a parte il contorno manca la musica. Se vi piace il rock di matrice classica, l'AOR magari ben fatto, un tantino patinato, rassicurante e con canzoni canticchiabili, sarete senz’altro a vostro agio. Foo FightersSe invece dal rock oggi continuate a pretendere spunti più interessanti e trame meno lineari, allora state alla larga. La produzione è imponente, il plot chiaro: da tanta pomposità era lecito aspettarsi qualcosa in più.

 

Voto: 5.5/10
Andrea Fornasari

Audio

Video

Inizio pagina