Migliora leggibilitàStampa
17 aprile 2017 ,

Trio Mediaeval & Arve Henriksen

RÍMUR

2017 - ECM
[Uscita: 3/03/2017]

Norvegia-Svezia     #consigliatodadistorsioni

 

Il valente trombettista norvegese Arve Henriksen si cimenta insieme al notevole Trio Mediaeval in una intrapresa musicale di raffinata matrice. Anna Maria Friman al violino, Linn Andrea Fuglseth e Berit Opheim alla voce, unitamente al summenzionato trombettista scandinavo, licenziano per i tipi della gloriosa ECM Records Rímurun album di inni sacri e canti tradizionali estrapolati dalla cultura islandese, da quella norvegese e quella svedese, per una miscellanea sonora di rara spiritualità e sontuosa pregevolezza artistica. Il brano iniziale, tratto dalla tradizione liturgica svedese, St Birgitta Himn-Rosa Rorans Bonitatem, si apre con la voce superba di Anna Maria Friman che s’innalza verso le sfere celesti, subito affiancata dalla tromba di Henriksen modulata su note di soffusa spiritualità e tocca vertici di assoluto misticismo artistico. O Jesu Dolcissime, inno sacro islandese, si distende come un velario di brume fioccose su quiete atmosfere di evocazione del divino, con le voci dispiegate come un manto melodico cui si giustappone in poetico effluvio la tromba di Arve.

Altre perle sonore, tra le altre, contemplate in quest’album, sono a nostro avviso: Morguntstjarna, altro frammento di matrice islandese, in cui la tromba di Henriksen letteralmente si spalma sul cantato delle vocaliste, sino a raggiungere vertici di inaudita suggestione; St Magnus Hymn-Nobilis Humilis, un inno proveniente dalla tradizione dell’arcipelago di Orkney, situato nei pressi della costa settentrionale della Scozia, che inizia con un inserto sinuoso di tromba e s’evolve lungo la linea ascendente delle voci, liberate come una vela sonora melodiosa sopra immaginari paesaggi rocciosi a picco sul mare; St Sunniva Hymn-Eterna Christi Munera esordisce con la dolcezza melodica della voci, intonate polifonicamente come in un canto gregoriano, cui si affianca con somma leggerezza la tromba di Arve Henriksen, a donare lucentezza timbrica all’insieme.

Quindi Krummi, dove la tromba assurge a suono primigenio e incontrastato sul tappeto canoro sottostante; Du Är Den Första dalla tipica cadenza medievale folk, con l’uso del violino a segnarne il ritmo di danza e la tromba al seguito ad accompagnare le voci, intrecciate in forma di ghirlanda sonora; Alma Redemptoris Mater rinvia a dimensioni di alta spiritualità, con la voce a innalzarsi come un vessillo verso le regioni superne e la tromba a sottolineare con discrezione la trama mistica in divenire; la conclusiva Gammelkjerringvalsen, filastrocca per voce e tromba di estrema e paradigmatica bellezza armonica, a suggellare un album prezioso e raffinato.

Voto: 7,5/10
Rocco Sapuppo

Video

Inizio pagina