Migliora leggibilitàStampa
27 novembre 2014

Primus

PRIMUS & THE CHOCOLATE FACTORY WITH THE FUNGI ENSEMBLE

2014 - ATO Records
[Uscita: 20/10/2014]

USA                                                                           # Consigliato da Distorsioni

Primus_&_The_Chocolate_FactoryLes Claypool è un genio. Uno che ha inventato di sana pianta un modo di suonare il basso, uno che ha mescolato il funk, il punk, il rock, il jazz, la psichedelia, fino a farne un genere talmente personale da convincere Winamp a varare un tag apposito, chiamato, ovviamente, Primus. Come molti geni è anche un tipo veramente strano. Chi scrive, ricordando i fasti di “Sailing The Seas Of Cheese” o “Pork Soda”, si aspettava, a distanza di tanto tempo, di riascoltare le schizofreniche linee di basso, i tempi spezzettati e le stranezze di cui aveva perso le tracce. Niente di tutto questo: Claypool ha rimesso in pista, a distanza di vent’anni, la formazione originale, con i fidi Larry Lalonde alla chitarra e ai backing vocals e Tim “Herb” Alexander alla batteria, ha chiesto la collaborazione del fantomatico Fungi Ensemble, dietro il cui altisonante nome si celano due suoi vecchi sodali, il percussionista e vibrafonista Mike Dillon e il violoncellista Sam Bass, per reinterpretare la colonna sonora del film “Willy Wonka e La Fabbrica Di Cioccolato”. Attenzione, non la versione del 2005 di un altro genio pazzoide, Tim Burton. La versione originale, del 1971, per la regia di David L. Wolper, con un fantastico Gene Wilder nella parte di Willy Wonka. 

 

A quanto pare, il buon Les, che aborrisce la reinterpretazione burtoniana, non ha voluto lasciare a costui l’ultima parola sulla storia di Wonka e le sue cioccolate, quindi, dopo primus-and-the-chocolate-factory-by-maria-ives1aver festeggiato l’arrivo del 2014 al Fox Theatre di Oakland eseguendo con la band l’intera colonna sonora del film, con annessa distribuzione di cioccolatini griffati, ha deciso di perpetuare l’operazione registrando questo album. L’aggiunta del vibrafono e del violoncello riesce nell’intento di far suonare i Primus comesf-primus-daughtry-suicide-girls-ira-glass-111-004 un’orchestra, per quanto stramba, ma l’intenzione non è certo quella di eseguire la colonna sonora in modo pedissequo. Il suono che esce dai nostri diffusori è piuttosto chiaramente “Primus”, la voce schizoide e il basso “tapping” di Claypool sono inconfondibili, della scrittura originale restano i testi e le linee melodiche, tutto il resto è farina del sacco di Les e compagnia, compreso l’incredibile contrabbasso mugghiante di Candy primusMan, le acrobazie della marimba, i barriti della slide guitar. Tutto il disco, in accordo con la novella per bambini del maestro Roald Dahl, è pervaso da un'atmosfera scura e sinistra, spesso in bilico tra il Captain Beefheart ed il Tom Waits più caustici e corrosivi, ma ci sono anche echi arcani dei Residents più grotteschi e dadaisti. "Primus & The Chocolate Factory with The Fungi Ensemble" non va certo a cercare la fruibilità o il facile ascolto, ma queste non sono mai state un obiettivo per i Primus. Un’operazione condotta in porto con la classe che musicisti di questo calibro posseggono. Affascinante!         

Voto: 8/10
Luca Sanna

foto 3: Les Claypool  

 

Primus


Audio

Video

Inizio pagina