Migliora leggibilitàStampa
28 maggio 2018 , ,

Luke Haines

I SOMETIMES DREAM OF GLUE

2018 - Cherry Red
[Uscita: 11/05/2018]

Inghilterra

 

LUKE-HAINESUna surreale fiaba al tramonto della Prima guerra mondiale che racconta di un insediamento rurale con abitanti alti poco più di due pollici e di una perfida mutazione genetica generata dallo sversamento di dieci tonnellate di solvente da parte di un convoglio delle forze speciali inglesi. Sono visioni infestate da grotteschi personaggi in miniatura quelle che affollano gli scenari delle quattordici tracce di “I Sometimes Dream of Glue”, concept che segna il ritorno sulla scena dell'ex frontman degli Auteurs (ma anche Black Box Recorder e Baaden-Meinhof) Luke Haines. Avevamo lasciato, circa due anni or sono, il controverso artista di Walton-On-Thames intento nel ritrarre sarcasticamente le mediocrità della società inglese attraverso gli schizofrenici orditi synth-punk di “Smash the system“ e oggi lo ritroviamo immerso nei pastorali scenari dell'immaginifica Glue Town nella veste acustica di impenitente cantastorie (come già accaduto in passato per album come “The Oliver Twist Manifesto” o “Rock and Roll Animals”)

 

I Sometimes Dream of Glue è una stravagante storia, spesso dai risvolti oscuri, all'interno della quale Haynes allestisce il suo folcloristico teatro di posa ed attraverso melodiose parabole di archi e flauti, nonchè velenose liriche, tratteggia cronache in cui man mano fanno la loro comparsa figure dai tratti dickensiani, come l'intransigente (e altissimo) controllore del treno di Angry Man on a Small Train, la procace moglie ninfomane del giardiniere (At It with the Tree Surgeons Wife), gli incalliti sniffatori di colla per giornali (Solvents Cure the Ego) o gli arroganti e rissosi 'omini' del Subbuteo (The Subbuteo Lads). Il tutto mentre tra inenarrabili orge di massa (Everybody's Coming Together) nel centro del villaggio una vecchia cassetta Betamax riproduce in loop, giorno e notte, le puntate del programma per bambini 'Michael Bentine's Pottytime'.

 

Luke-Haines-2Non si può dire che difettino di fantasia le produzioni targate Haynes; musicalmente gradevole I Sometimes Dream of Glue è una favola anticonformista, per adulti, in cui emerge l'ennesima sfaccettatura di un artista che giunto al venticinquesimo anno di attività (il debut-act “New Wave” con gli Auters risale al 1993) riesce ogni qualvolta si appresti a rilasciare un inedito discografico a essere imprevedibile e mai usuale. Entrino quindi lor signori nelle appiccicose lande di Glue Town, c'è di che stupirsi. 

 

Voto: 7/10
Alessandro Freschi

Official      Social   

Cherry Red   


Audio

Video

Inizio pagina