Migliora leggibilitàStampa
18 febbraio 2016 ,

Sunn O)))

KANNON

2015 - Southern Lord
[Uscita: 27/11/2015]

Stati Uniti

 

sunn o a3694985589_10Con “ØØ Void” (2000), Stephen O'Malley e Greg Anderson avevano rivoluzionato il metal degli anni duemila trasportandolo in territori mai esplorati prima. Ispirati dal black metal scandinavo e dal drone-metal dei primi Earth, i Sunn O))) hanno sperimentato un richiamo alle forme arcaiche del suono, amplificandolo e rallentandolo sino a renderlo materia informe, costruendo imponenti scenari monocromatici caratterizzati da una persistenza armonica primitiva ed ancestrale."Monoliths & Dimensions" (2009) si presenta come manifesto della (post)modernità, in cui la persistenza e la pervasività delle vibrazioni fisiche riempiono completamento lo spazio, liberandosi da qualsivoglia forma di narrazione.

 

Dopo le collaborazioni con Scott Walker  (“Soused, 2013) e con gli scandinavi Ulver (“Terrestrials”, 2014), i Sunn O))) ritornano con “Kannon”, liturgia di un mantra religioso ed estatico. Kannon rappresenta la pietà del Buddha, il bodhisattva della compassione, la sunnmisericordia di fronte al lamento del mondo. L’album, organizzato in tre movimenti, è una sorte rituale d’iniziazione alla meditazione e all’ascesi. Il primo brano si addentra all’interno dei territori più oscuri e indistinti dell’inconscio, mentre il secondo accentua le forme di un canto monastico che richiama a sé le forme vibranti del cosmo. Nell’ultima traccia il canto allucinato di Attila Csihar sembra voler svelare la desolazione che si nasconde dietro la sofferenza del mondo. Kannon è una sorta di compendio del suono dei Sunn O))) e non aggiunge nulla di nuovo rispetto a quanto fatto sinora di buono dalla band di Seattle. 

 

Voto: 6/10
Felice Marotta

Audio

Inizio pagina