Migliora leggibilitàStampa
20 aprile 2018 , ,

Suuns

FELT

2018 - Secretly Canadian
[Uscita: 02/03/2018]

Canada   #consigliatodadistorsioni   

 

suuns-feltAl termine dell’ascolto di “Felt, quarto episodio della serie gotico-trascendentale dei Suuns, si rimane avvinti dalla consistenza di un percorso che fa del rigore la cifra di una sorprendente uniformità qualitativa. A differenza del precedente “Hold/Still” in questo nuovo lavoro i Suuns non disegnano sentieri interrotti all’interno di una algida selva interiore, ma predispongono un dispositivo pensato per produrre pensiero. Felt è annunciato dall’uscita di Watch You, Watch Me che con il suo uptime color punk segna una piccola svolta all’interno della produzione del quartetto canadese foggiato dalle dita sapienti dei producer John Congleton e Jace Lasek. La metamorfosi prosegue con il ragtime digitale, scrostato e claudicante di X-alt tutto costruito intorno all’impronta timbrica dell’assolo sax pulsato su cassa potente e dritta. La ricerca sonora si fa anche ricerca emotiva nella soffice atmosfera disegnata da Make It Real che fa della ricerca sulla melodia il suo asse di rotazione e che si contrappone, all’interno di un disco bilanciatissimo, alla ossessiva Daydream nella quale l’interesse è tutto condensato nell’elemento ritmico e nella costruzione per intersezione di tonalità tragiche.

 

SuunsL’equilibrio tuttavia lo si raggiunge in Baseline, non il miglior momento del disco, ma di certo il più curato nella sua paziente costruzione di un’alternativa al dilemma tra citazione e sovversione. Dilemma risolto nelle escogitazioni notturne di Control intrise di variazione rubate al free Jazz e suggestioni trip hop. Che sia questa la strada compositiva del futuro: l’eterno ritorno della informalità in una logica completamente standardizzata. I Suuns lo mostrano chiaramente saccheggiando il saccheggiabile e portando a casa piccole gemme come l’iniziale Look No Further, vero e proprio inno per iniziati al culto del compositore elettronico Apparat e alle variazioni di Eric Dolphy. Se non troviamo le forze per gridare al nuovo grande inizio è perché pervicacemente i Suuns sfoderano i loro quarti di nobiltà minoritaria e perché l’intelligenza è condizione necessaria ma non sufficiente del capolavoro. 

 

Voto: 7,5/10
Luca Gori

Audio

Video

Inizio pagina