Migliora leggibilitàStampa
12 dicembre 2018 , ,

Diaframma

L’ABISSO

2018 - Diaframma Records-Self Distribuzione
[Uscita: 07/12/2018]

#consigliatodadistorsioni     

 

Diaframma-L-abisso-coverChe cos'è "L'abisso"? Il tunnel senza uscita imboccato da una delirante civiltà fuori controllo o semplicemente una esistenza prossima alla celebrazione del sessantesimo genetliaco? Federico Fiumani è da sempre un artista schietto, realista, talmente critico da non essere capace di fare sconti agli altri, tanto meno a se stesso. Faro indelebile della scena post-punk made in Italy con i suoi Diaframma, ha raccontato attraverso le sue poesie e le sue canzoni illusioni e sconfitte di una intera generazione; non si è svenduto alle tendenze del momento, all'essere necessariamente famoso, al dover piacere obbligatoriamente a tutti. Coerenza ammirevole, sconosciuto valore per alcuni suoi compagni di viaggio di quell'epoca (purtroppo lontana) in cui i lungarni fiorentini brillavano di innovazione musicale e sano fermento creativo.

 

Dopo aver 'ricaricato' nel 2016 la pietra miliare “Siberia”, il rocker di Osimo torna a raccontarsi con un disco nuovo di zecca, cinque anni dopo il convincente “Preso nel Vortice”. Intimistiche elucubrazioni tratteggiano ordinarie istantanee di vita attraversando Federico Fiumanipassioni, ricordi e barlumi di speranza; un genuino resoconto redatto con un linguaggio semplice e diretto che non lascia spazio a malintesi. La musicalità è quella tipica dell'ultimo periodo Diaframma; cantautorato-alternative di buona fattura con sporadiche aperture ad altezzosi mood di primario stampo r'n'r. Leggerezza, Il Figlio di Dio, I Ragazzi Stanno Bene ed il malinconico itinerario in mezzo a Le Auto di Notte sono rappresentativi passaggi in questo lancinante abisso di emozioni che Fiumani colora con interpretazioni cariche di indiscussa spontaneità comunicativa seppur, a tratti, amabilmente imprecise. Perché pensandoci bene sono queste sue imperfezioni a renderlo, dopo quarant'anni di musica, ancora se stesso e ostinatamente attuale.          

 

Voto: 7/10
Alessandro Freschi
Inizio pagina