Migliora leggibilitàStampa
7 giugno 2013

Sam Amidon

BRIGHT SUNNY SOUTH

Nonesuch Records
[Uscita: 14/05/2013]

sam amidon# CONSIGLIATO DA DISTORSIONI

 

Davvero impressionante nelle ultime stagioni la lista di artisti che giorno dopo giorno, anno dopo anno, hanno come fonte d'ispirazione una figura divenuta con colpevole ritardo leggendaria come quella dell'inglese Nick Drake. Un personaggio assunto a vera e propria icona dalle nuove generazioni di cantastorie depressi in virtù della sua indole perdente e pessimista che ne ha tratteggiato la breve ed infelice esistenza. Sam Amidon, americano del Vermont, si è iscritto dall'inizio millennio a questo fantomatico concorso che vuole simbolicamente eleggere il nuovo Nick Drake così come si faceva con Bob Dylan negli anni sessanta. "Bright sunny south"  è il suo settimo album in 12 anni di carriera e probabilmente il migliore per quanto abbiamo avuto modo di ascoltare fino ad adesso. La scrittura è di classe, il tono malinconico ma senza esagerare, gli arrangiamenti sono di livello superiore, non manca nulla insomma. Certo qui non ci sono né un Joe Boyd alla produzione né tantomeno Robert Kirby, i superbi scudieri del cupo loner di Tamworth-in-Arden ma Sam Amidon sembra conoscere la materia a sufficienza per tirare giù 11 songs di buona se non ottima fattura. Quel piano di I wish i wish pare uscito proprio da "Five leaves left", con la tromba davvero superba del maestro Kenny Wheeler presente pure in He's taken my feet, altro pezzo notevole dal finale sontuoso con rumorismi vari. Qualche rallentamento eccessivo fa capolino qui e là nei pezzi più tristi, Short life e Pharaoh, non siamo alla pistola alla tempia ma poco ci manca. Ci sarebbe da parlare anche del banjo di As i roved out e di My old friend che appare quasi gioioso considerata la media generale. A sorpresa è presentesam amidon anche la cover, un po' troppo rigorosa, del traditional Streets of Derry, che i più attenti  ricorderanno nella favolosa rendition degli inglesi Trees nel capolavoro "On the shore" (1970). Di questi ultimi vi narreremo nelle prossime puntate della nostra Full circle (Underground folk stories). Ormai è più di una promessa Sam Amidon, che adesso vive a Londra: nella vita sentimentale si è scelto come compagna la bravissima Beth Orton; di lei recuperate almeno il disco dell'anno scorso, "Sugaring Season", delizioso come la sua interprete. Ma il marito Sam non è stato da meno con questo "Bright sunny south", un disco che (forse) vi conquisterà dopo qualche ascolto a dispetto del suo velo malinconico di fondo.

 

Voto: 7/10
Ricardo Martillos

Audio

Video

Inizio pagina