Migliora leggibilitàStampa
14 giugno 2014

Ristampe

LED ZEPPELIN I-II-III, THE SOUND OF SIAM VOLUME 2, WOO

2014 - Rhino, Soundway, Drag City

Led-Zeppelin-Led-Zeppelin-Deluxe-Edition1 1)  LED ZEPPELIN I – LED ZEPPELIN II – LED ZEPPELIN III - DELUXE EDITION/SUPER DELUXE EDITION

Uscita: 3 Giugno 2014, Atlantic-Rhino

 

Questi CD Deluxe Edition dei primi 3 album dei Led Zeppelin suonano magnificamente, non snaturati e compressi come purtroppo i “Remasters” ultimi di Beatles e degli Stones post 1970. Anche le ultime rimasterizzazioni di pochi anni fa curate da Jimmy Page suonavano magnifiche, la differenza non l'abbiamo notata: per cogliere particolari nuovi e mai sentiti soltanto l'altissima risoluzione (disponibile solo nella Super Deluxe Edition da 96 Euro) o l'ascolto dei masters originali possono servire. Un po' deludente la parte Bonus Tracks: le tracce veramente inedite sono solo due. Molti i missaggi alternativi presenti e le  versioni di prova, ottime e interessanti da sentire. Ma come tutti sanno, su bootleg online si trovano moltissime versioni splendide in qualità audio eccezionale degli stessi brani e di altri che non sono neppure stati considerati in questo caso: ad esempio la magnifica versione di Baby I'm Gonna Leave You di 12 minuti con lunghissimo strumentale dell'organo hammond, un pezzo sensazionale.

 

Jimmy Page ha ignorato moltissimi pezzi solo perchè già presenti sui bootleg delle sessions in studio. Il Concerto di Parigi del 1969 (bonus disc di “Led Zeppelin I”) è ottimo come tutti i loro del 1969 ma molto simile ad altri,ristampe ledzeppelin aggiunge veramente poco. Avremmo preferito brani dalle session di Led Zeppelin I che esistono documentati dai bootleg, non è vero come dice e sa benissimo Page che non esistono outtakes del primo album. Comunque per 14 Euro e 50 per ogni album l'acquisto è consigliato, le confezioni sono bellissime ed il lavoro ottimo. Se poi avete voglia di investire 96 euro saggiamente c'è la super deluxe edition ed è pazzesca: 2 vinili, 2 cd, libro rilegato di 80 pagine, box, e tutto il resto!    (A.A.)

 

Ascolta Good Times Bad Times/Communication Breakdown (Live in Paris, 1969, Bonus Track)

Ascolta Ramble On (alternate Version)

Ascolta Since I've Been Loving You (Rough Mix Of First Record)  

Rhino Records - Led Zeppelin Deluxe Edition 2014 

 

*********************************************************************************

 

sound of siam2)  THE SOUND OF SIAM VOLUME 2: MOLAM       & LUK THUNG ISAN FROM NORTH-EAST       THAILAND 1970 – 1982

 Uscita: 2 Giugno 2014, Soundway Records

 

Rischia di essere la compilation dell’anno questa seconda della Soundway Records dedicata alla musica del Nord-Est della Tailandia, frutto di una lunga e accurata ricerca di vinili usciti ormai da diversi decenni e di difficile reperimento. Il risultato sono queste 19 tracce che compongono un caleidoscopio quanto mai variegato e sorprendente. Si tratta di dischi che nel decennio toccato dalla compilation sperimentavano strade nuove, aprendosi alle influenze occidentali e non solo. Così il vento del rock’n’roll soffiava anche fra le foreste dell’antico Siam e infettava la musica thai di ritmi funky, frenesie rock, ritmi jazzati, mentre il suono delle chitarre elettriche e del Farfisa creava inedite sonorità mescolandosi agli strumenti tradizionali della regione. Se supererete l’ostacolo di un modo di cantare e di impostare la voce a noi molto distante e ostico, scoprirete un mondo ricco che soddisferà pienamente gli appassionati dell’ esotica e delle stravaganze, e non solo.    (I.G.)

 

Ascolta Angkanang Kunchai - Teoy Salap Pamaa 

Ascolta Petch Asia Band - Lam Plearn Tua Yaang  

Soundway Records - The Sound Of Siam Volume 2 

 

*********************************************************************************

 

woo3)  WOO: WHEN THE PAST ARRIVES

      Uscita: 18 marzo 2014, Drag City 

 

I Woo, duo formato dai fratelli pluristrumentisti Mark e Clive Ives, non hanno mai smesso di fare musica fin dai tardi anni ‘70, ma solo in pochi se ne sono accorti almeno fino a quando la Drag City nel 2012 non ha rieditato “It’s Cozy Inside” del 1989. Questo album racchiude invece materiale mai uscito prima e offre uno spaccato significativo della musica degli Woo, una commistione fra strumenti acustici e elettronici di stampo lo-fi, un ambient alla Brian Eno, ma con un tocco di bizzarria e influenze che vanno dal folk ai Popol Vuh, in particolare alle loro colonne sonore, ai Cluster, ai Durutti Column. Brani strumentali dalle intense, commoventi melodie; rari gli interventi della voce, qui in una sola traccia, che grazie a suoni ipnotici ed evocativi sono pervasi di spiritualismo e richiamano paesaggi agresti e grandi spazi naturali. Una bella scoperta.    (I.G.)

 

Ascolta First Night Nerves  

Drag City Records  - Woo - When The Past Arrives

 

Andrea Angelini - Ignazio Gulotta

Video

Inizio pagina