Migliora leggibilitàStampa
8 agosto 2015

L'invenzione del Punk: Sex Pistols ed il talento dei Saints

Diatribe – Italian/English version

2015

Rotten                           I N T R O

 

Quella che segue, di Francesco Belli, è una delle angolazioni di lettura critiche, storiche ed estetiche delle origini tardo anni '70 del Punk Rock, una diatriba non certo nuova ma che qui si prova a rinverdire, anche se su di essa sono stati versati fiumi di inchiostro. Un'interpretazione che va idealmente a sommarsi alle tantissime, diverse tra loro, già scritte e pubblicate nelle decadi passate, su cartacei e online. Una lettura a tratti spiccatamente da fan, e quindi orfana di obiettività, addirittura discutibile in altri punti, suscettibile naturalmente di contraddittori (ve ne preghiamo!), anche - in previsione - violenti. Ma una versione dei fatti anche carica di fascinazione, di precisi riferimenti storici e di aneddoti gustosi. Buona lettura!

[P.W.B. dir.edit.art Distorsioni]

 

 

****************************************************************

 

Gruppi pre-Punk?

 

Chiunque prenda in mano uno strumento per la prima volta trova più facile suonarlo il più veloce e distorto possibile. Ci vuole competenza per suonare il blues o Bach, ma per fare casino a rotta di collo, tutte le occasioni sono buone. Supporto emozionale garantito. I Ramones sono partiti da intuizioni brillanti che hanno sviluppato in modo geniale. Era Punk? Precursori del Punk? Cazzoni con in testa i RamonesBeach Boys e nelle dita l'impossibilità di suonare un assolo? Di sicuro un sacco di cosiddetti Punk millanta di averli visti al loro primissimo gig al Rainbow, che tanto a New York non li conosceva nessuno. Ma con quelle giacche da Rockers ed i capelli lunghi da ridere, magari potevano andare bene a prendersi a botte con i Mods giù a Brighton o nei capannoni lungo l'autostrada. Gruppi pre-Punk? Da morir dal ridere. I gruppi pre-Punk, non esistono. I gruppi pre-Punk sono Yes, Genesis, El&P e quella schifezza Pub Rock che consisteva in Karaoke di musicisti costretti a suonare solo cover version di brani che gli avventori dei pub volevano ascoltare tra una pinta e l’altra, ai quali, comunque, va riconosciuto il merito di avere riportato il pubblico nelle piccole sale. 

 

USA o U.K.?

 

Conviviamo da decenni con una mai sopita e sterile polemica su chi abbia inventato il punk. U.K. o U.S.A.? Che dilemma! Ad un certo punto tra le bands di quella cosa che Sound, Melody Maker e New Musical Express cominciarono a chiamare, per comodità e convenienza, Punk, faceva figo dichiarare essere stati influenzati da New York Dolls, Stooges e MC5, ma i loro dischi televisionerano di difficilissima reperibilità in U.K. Andate a chiedere ad Howard Devoto quanto tempo impiegò per trovare una copia, di seconda mano, di “Funhouse” a Leeds. 

Mc Laren era appena tornato da New York, innamorato pazzo di Richard Hell, ed aveva appeso poster di Television e Voidoids da Sex. Hanno influenzato gli inglesi? Richard Hell sfoggiava la stessa pettinatura di Ėjzenštejn e Johnny Rotten, nel suo universo adolescenziale tipo Circolo Pickwick di Finsbury Park, sarebbe probabilmente arrivato da solo al look stracciato. Di sicuro i capelli colorati, le cerniere, il denim, lo speed, le spille sono tutta roba sua. I Sex Pistols avrebbero dovuto essere delle scimmiette ammaestrate nelle Hellmani di Malcom e fare i Bay City Rollers degenerati e sboccati, interessati al caos piuttosto che alla musica, ma con l'ingresso di Rotten la creatura si è animata di vita propria.

Quando Johnny Rotten ha preso il microfono si è aperto l’Universo. I Pistols hanno cominciato ad essere e fare quella cosa lì. Semplicemente, hanno cambiato il mondo, tant'è che ancora oggi tutti si vestono come loro e portano i capelli come i ragazzi del '77. Ma ci pensate se ĖjzenštejnRichard Hell fosse entrato al CBGB's agghindato come uno di 40 anni prima? Avrebbe fatto la stessa strage di cuori? Mc Laren è stato, sostanzialmente, fregato dall'arte. Voleva un gruppo si incapaci con i quali creare scompiglio sociale e ha trovato i Sex Pistols, il gruppo epocale! Allora, Neon Boys e Television sono gruppi inarrivabili, ma la loro musica divina ha molto più a che fare con la poesia e le influenze Velvet Underground che con la creazione di una nuova grammatica musicale.

 

Elogio dei Sex Pistols

 

Il Rock, finché è esistito, si è sempre distinto per la sua capacità di rinnovamento, il suo scagliarsi contro lo status quo della generazione precedente. Ecco allora che se non ci fossero stati Prog, Hippies e droghe pesanti, quella cosa dei Pistols non sarebbe, probabilmente, emersa e forse neppure esistita. La musica dei Pistols era attitudine pura,energia incontenibile e spaventosa sorretti da una tecnica musicale approssimativa 00002tmped incerta. Assurdo pensare che potessero rifarsi al suono statunitense, perchè non avrebbero avuto le capacità tecniche per imitarlo. Steve Jones non avrebbe mai potuto suonare come Wayne Kramer o Fred “Sonic” Smith e, infatti, le loro versioni di No Fun e Roadrunner sono tra le cose più brutte mai incise su disco.

Quello che poi pensavano delle New York Dolls è evidente nel brano New York, con Rotten che canta “…Kiss this” prendendo  per il culo Looking For A Kiss. Chiaramente Malcom ha fatto un lavoro enorme e le sue innovative tecniche di marketing dovrebbero essere studiate in tutte le facoltà di economia. I Sex Pistols, inoltre, avevano un pubblico, una serie di adolescenti scontenti e pronti, chiusi nelle loro new-york-dolls-4ff98c0751effcamerette a chiedersi come mai fossero talmente diversi dai proprio coetanei, ragazzi accerchiati da conformismo, cerimonie del tea, caccia alla volpe, Ascott... La Regina... L’“inverno del malcontento” di quel momento storico ha permesso ai quattro di germogliare in tutte le scuole d'arte prima e nel resto del Paese poi. I Ramones e gli Stooges erano praticamente sconosciuti in America

 

 

Elogio di Johnny Rotten

 

Johnny Rotten è un genio. E' stato scelto come cantante ancora prima di sentirlo cantare, solo per la sua personalità e per il modo di vestire. I suoi abiti venivano copiati e rivenduti da Sex. Quando è stato chiamato ad interpretare il film “Copkiller”, a parere pressoché unanime della critica cinematografica, si è mangiato Harvey Keitell. Proprio lui, l'altro co-rottenprotagonista. Sex, vestiva i Pistols che erano i più fighi di tutti, perché Vivienne Westwood da giovane faceva faville semplicemente riproducendo le intuizioni di Rotten, adattate a Situazionismo a buon mercato ed ai suggerimenti dell'altro filosofo, Bernie Rhodes.

Sono diventati alfieri di una generazione assopita che proprio in quei giorni, probabilmente anche grazie a loro, cominciava a prendere coscienza ed assumere consapevolezza. L'impatto è stato devastante, ma quella cosa là, il Punk, è stato solo Sex Pistols. Poi tutti si sono accodati, ma non è più stato mutamento generazionale, un prima ed un dopo. Lui che faceva tanto l'anticristo si è trovato a dividere le epoche in prima e dopo Sex Pistols, che ironia. Dal punto di vista musicale la struttura canzone dei Pistols è diversa dalla maggior parte delle precedenti espressioni musicali cui si tenta di attribuire la paternità. Cori e ritornelli sono strutturati in modo tale da ricordare l'esperienza Mod piuttosto che gli uragani sonici del Michigan o il nuovo verbo newyorchese.

 

Early Sex Pistols

 

Pistols SternI primissimi Pistols erano, sostanzialmente, un gruppo Mod con Steve Jones ad esercitarsi sui riff di Pete Towshend. Julian Temple ha raccontato il suo primo incontro con la band. Stava passeggiando dalle parti dei docks nel periodo in cui frequentava l'ultimo anno della scuola di cinema. Ad un certo punto ha sentito un rumore infernale provenire da uno dei capannoni. Sembrava stessero massacrando quella che poteva sembrare una canzone degli Small Faces, ma non si capiva bene tanto il suono era atroce. E' entrato ed ha visto quattro ragazzi, tutti coi capelli corti e calzoni a sigaretta. Era incredulo. In vita sua non aveva mai visto un giovane che non portasse capelli lunghi ed indossasse calzoni a zampa d'elefante e vederne quattro, tutti assieme, era pazzesco.

Pistols BeerPoi, maglioni di mohair, giacche gialle e nere.

Chiese loro se volevano scrivere la musica per il suo corto di fine anno ed allora Johnny Rotten strizzò gli occhi e col suo ghigno caratteristico di gioventù gli rispose: ”Fuck you, middle class count”. Di tutto quel movimento, a livello sociale e culturale, esistono solo i Sex Pistols, il resto è nulla. Una installazione artistica che non avrebbe potuto durare, senza contraddizione di termini, oltre il primo album. Un secondo LP sarebbe stata la negazione degli assunti iniziali. Coscientemente od inconsciamente questo è stato.

 

The Saints, prima di tutti

 

Se analizziamo l'aspetto meramente musicale, è necessario puntare i fari su il gruppo australiano dei Saints. Ah, gli Australiani! Un popolo meraviglioso. Guidano a sinistra e bevono il tea come gli Inglesi, ma sono anche nuotatori formidabili e campioni di surf come Saintsgli Statunitensi. I Saints, pur nel lor isolamento, sono giunti alle stesse conclusioni musicali uscendo, con I’m Stranded, prima di tutti. Precisamente un mese prima dei Damned, fuori con il loro primo singolo New Rose il 22/10/76, mentre quello degli australiani è del 23/09/76. Si tratta di una bellezza quasi indescrivibile, come quella del resto di tutto il primo album di Chris Bailey e c. dallo stesso titolo. Quando Nick Cave ha presentato i suoi “120 Minutes” su MTV, il primo video che ha proposto, senza neppure augurare buona sera, è stato proprio il loro. Ed ha detto solo il titolo! Quando Caroline Coon lo ha ascoltato la prima volta non ha potuto fare a meno di chiamare l'altro famoso giornalista John Ingham al telefono per farglielo ascoltare e lui non ha resistito dall'acchiappare il primo treno diretto a casa della Coon per ascoltarlo sullo stereo.

 

In definitiva: chi ha inventato il punk?

 

I Saints si son sempre astenuti dalla polemica “chi ha inventato il Punk”, ma hanno fregato tutti sul tempo. Non vuol dire nulla, ma è così. I Pistols erano pronti da tempo e sarebbero stati, naturalmente, i primi ad uscire, ma hanno subito rallentamenti dovuti alle ben note “incomprensioni” con le case discografiche. Inoltre, quando, infine, cedettero alle lusinghe della Virgin, altri rallentamenti furono causati dalla presa di posizione degli operai The_Saints_-_(I'm)_Strandedche si rifiutavano di stampare l’ignobile titolo Anarchy In U.K. Sono note le aspersioni del suono di Detroit su tutta l'Oceania e le strette relazioni esistenti con altri formidabili band di quelle parti.

Ma i Saints pur se influenzati, erano proprio come astratti dal mondo, come se suonassero sospesi all'interno di una bolla d'aria in rotazione perenne attorno alla Terra, a guardare le meschinità umane continuando a fare il loro lavoro. Hanno sviluppato un suono personale ed originale, anche influenzato dallo stile produttivo Rhythm'n'Blues, realizzando un disco magnifico che, purtroppo, è rimasto a lungo il classico albero che cade all'interno della Foresta Amazzonica. Ecco allora che si può imputare a questi ragazzi di Brisbane la carenza di un manager, ma non certamente il talento. Un talento ed una classe cristallini che li hanno iscritti, con inchiostro indelebile, nei libri di storia musicale.  

 

 

ENGLISH VERSION

 

The invention of punk: Sex Pistols and the talent of the Saints 

 

Pre-Punk bands?

 

Whoever takes in an instrument for the first time finds it easier to play it as fast and distorted as possible. It takes skill to play the blues or Bach, but to make some noise at breakneck speeds, you  know? All occasions are good. Emotional support guaranteed. The Ramones started from interesting insights that have developed in a brilliant way. Was it Punk? Precursors of Punk? Losers led by the Beach Boys with fingers that couldn't play a guitar solo? Certainly a lot of so-called Punks purports to have seen them at their very first gig at the Rainbow while in New York anyone didn't know them. But with those Rocker jackets and long hair to laugh, maybe they could do well in taking a fight with the Mods in Brighton or in the sheds along the highway. Pre-Punk bands? To die laughling. The pre-Punk groups do not exist. The pre-Punk groups are Yes, Genesis, El & P and that crap Pub Rock which consisted of karaoke musicians forced to play only cover versions of songs that the people in the pub would listen to between a pint and the other, which, however, got the merit of having brought the audience in the small rooms.

 

USA or U.K.?

 

We live for decades with a never dormant and sterile controversy over who invented the punk. U.K. or U.S.A.? What a dilemma! At some point between the bands of that thing that Sounds, Melody Maker and New Musical Express began to call, for comfort and convenience, Punks, was cool to the state have been influenced by New York Dolls, Stooges and MC5, but their records were of difficult availability in UK. McLaren had just returned from New York, madly in love with Richard Hell, and he had hung posters of Television and Voidoids at Sex Shop. Have they influenced the British? Richard Hell was sporting the same Ėjzenštejn hairstyle and Johnny Rotten, in his adolescent Pickwick Papers Universe in Finsbury Park, would probably come alone to the shabby look. Certainly colored hair, the hinges, the denim, the speed, the pins are all his stuff.
The Sex Pistols were supposed to be like trained monkeys managed by Malcolm, just some degenerated and foul-mouthed Bay City Rollers, interested in the chaos rather than the music, but with the arrival of Rotten the creature has life of its own. When Johnny Rotten took the microphone opened the Universe. The Pistols began to be and do that thing there. Simply, they changed the world, so much so that even today everybody dresses like them and wear their hair like the boys of '77. But if you think about Richard Hell he had come to CBGB's dolled up as one of 40 years before? Would he have done the same massacre of hearts?

McLaren has been, essentially, screwed from art. He wanted a group with which creating social upheaval and found the Sex Pistols, the band that changed the world!

Then, Neon Boys and Television are unreachable groups, but their divine music has much more to do with the poetry and the Velvet Underground influences than creating a new musical grammar.

 

Praise of Sex Pistols

 

The Rock, as long as it has existed, it has stood out for its capacity for renewal, his rail against the status quo of the previous generation. Here then is that if it were not for Prog, Hippies and hard drugs, that thing of the Pistols would probably not emerged and perhaps even existed.
The music of the Pistols was pure attitude, irrepressible and frightening energy supported by a rough  and uncertain musical technique. Absurd to think that the US could rebuild the sound, because they would not have the technical capabilities to imitate him. Steve Jones could never sound like Wayne Kramer and Fred "Sonic" Smith and, in fact, their versions of No Fun and Roadrunner are among the ugliest things never recorded on disc. What they thought about  the New York Dolls is evident in the song New York, with Rotten singing "...Kiss this" pissing Looking For A Kiss.

Clearly Malcolm has done a tremendous job and its innovative marketing techniques should be studied in all faculties of economics. The Sex Pistols had also a public, a number of teenagers unhappy and ready, locked in their bedrooms to wonder why they were so different from their peers, boys surrounded by conformism, tea ceremonies, fox hunting, Ascott ... The Queen ... The '"winter of discontent" of that moment in history allowed the four to sprout in all schools of art first and then in the rest of the country. The Ramones and the Stooges were virtually unknown in the U.S.A. 

 

 Praise of Johnny Rotten

 

Rotten is a genius. He was chosen as the singer  before  hearing him singing, only for his personality and the way he dress. His clothes were copied and resold by Sex. When he was called upon to interpret the film "Copkiller", in a nearly unanimous opinion of film criticism, he has eaten Harvey Keitell. He, the other co-star. Sex dressing the Pistols who were the coolest of all, because the young Vivienne Westwood sparks, she was simply playing the insights of Rotten, adapted to cheap Situationism and suggestions from the other philosopher, Bernie Rhodes.
They have become standard bearers of a generation that dozing in those days, probably thanks to them, was beginning to become aware. The impact has been devastating, but that thing, Punk, was only Sex Pistols. Then all the other bands have appended, but has not been generational change, a before and an after. He did call himself the Antichrist and was found to divide the ages in before and after the Sex Pistols, that irony.
From the musical point of view the structure of the Pistols song is different from most of the previous musical expressions which you try to attribute authorship. Choirs and choruses are structured in such a way to remember the Mod experience rather than those Michigan sonic hurricanes or the New York verb.

 

 Early Sex Pistols

 

The earliest Pistols were, essentially, a Mod band, with Steve Jones practicing riffs of Pete Townshend. Julian Temple recounted his first meeting with the band. He was walking by the parties of the docks in the period when he attended the last year of film school. At one point he heard an infernal noise coming from one of the sheds. They seemed to be killing what might seem like a song by Small Faces, but it was not clear so the sound was atrocious. He came in and saw four boys, all with short hair and cigarette pants. He was incredulous. In his life he had never seen a young man who was not wearing long hair and wore bell-bottom pants and see four others, all together, it was crazy. Then, mohair sweaters and yellow and black jackets. He asked them if they wanted to write the music for his year-end short movie and then Johnny Rotten squinted and with his characteristic youth grin replied: "Fuck you, middle class count".
Of this movement, social and cultural, are only the Sex Pistols, the rest is nothing. An art installation that could not have lasted, without contradiction of terms, than the first album. A second LP was the denial of the initial assumptions. Consciously or unconsciously this was.

 

The Saints, first of all

 

If we merely analyze the music, we need to aim the headlights of the Australian group of Saints. Ah, the Australians! Wonderful people, we love them. They drive on the left and drink tea as the British, but are also formidable swimmers and surfing champions as the Americans. And they do play the best rock! The Saints, while their isolation, have come to the same conclusions  with their single I'm Straned. Exactly one month before the Damned, out with the New Rose on 10/22/76, while theirs is the 09/23/76.
It is an almost indescribable beauty. When Nick Cave has presented its "120 Minutes" on MTV, the first video that has proposed, without even say good evening, it was their own. And he said only the title! Caroline Coon when she heard it the first time could not help but call the other famous journalist John Ingham on the phone to let him listen to it and he could not resist catching the first train home of Coon to listen it properly on her stereo.

 

Ultimately: who invented the punk?

 

The Saints will have always abstained from controversy "who invented the Punk", but have cheated all the time. It does not mean anything, but it is. The Pistols were ready for some time and would, of course, be the first to go, but have suffered delays due to the well known "misunderstandings" with the record companies. Also, when it finally gave in to the lure of the Virgin, other delays were caused by the position of the workers who refused to print the ignoble title Anarchy In UK.
It is well known the aspersions of the sound of Detroit across the Oceania and the close relations with other formidable band of those parts, but the Saints although affected, were just as abstract from the world, they sounded as suspended inside a bubble air in perpetual rotation around the Earth, watching the human meanness continuing to do their job. They developed a personal and original sound, also influenced by the style production of the Rhythm'n'Blues, creating a magnificent drive which, unfortunately, has long been the classic tree falling in the Amazon Rainforest.
And so only the lack of a good manager is attributable to these guys from Brisbane, but certainly not the talent. A talent and a crystalline class which have enrolled, with indelible ink, in the books of musical history.

 

Francesco Belli

foto 5:  il regista e scrittore russo Sergej Michajlovič Ėjzenštejn   

 

Traduzione di Francesco Belli

 

Punk e Sex Pistols su Distorsioni Blogspot


Video

Inizio pagina