Migliora leggibilitàStampa
21 ottobre 2018

Andrea Padova

VOICES, BALLAD & PRAYERS

15 Febbraio 2018 - Limen Music

Italia 

 

Andrea-Padova-James-HoulikL’imponente, maestosa ed elegante confezione di “Voices, Ballads & Prayers”, album in duo del pianista Andrea Padova con il sassofonista americano James Houlik, consegna alla storia un CD e un DVD, il tutto numerato a mano (la copia che stiamo ascoltando noi al momento della recensione è la 243esima su una tiratura limitata di 500). La scelta del duplice supporto, audio e video, scaturisce dal fatto che quest’opera è frutto di una collaborazione con la web-tv Limenmusic. Nel DVD si può trovare la medesima scaletta dell’album, 12 brani, per 47 minuti complessivi di musica, eseguiti dai due artisti nei prestigiosi studi di Limen Arts, a due passi dal Lago Maggiore e immediatamente alle spalle delle Alpi Svizzere. In più, come “contenuti speciali” una sorta di auto-intervista dei due musicisti, che si interrogano sul significato del suono: che cos’è il suono oggi, che cos’era all’origine, come si è evoluto.

 

Un jazz di stampo molto classico, che a tratti occhieggia alla musica accademica di fine ‘800 e primi del ‘900 o ai grandi compositori del secolo scorso. Atmosfere rarefatte, temi melanconici, divagazioni soliste che non cercano mai né l’ipervirtuosismo fine a se stesso né la frenetica sperimentazione di alcune avanguardie. Nel dettagliato booklet interno, in andrea-padova-james-houlik (1)edizione bilingue italiano/inglese, lo scrittore William Dunloop afferma che “Andrea Padova ha fatto un grande lavoro di ispirazione con queste dodici gemme e con una collaborazione ispirata e impeccabile”. A proposito del sassofonista Houlik, invece, afferma: “Lo conosco da anni e Philip Hanes, nostro comune amico, lo definiva il più grande sassofonista del mondo”. Le parole di Dunlop possono essere ben sottoscrivibili: la purezza del suono che scaturisce da questo album, la precisione formale, la qualità dell’esecuzione e dell’incisione lasciano intendere che siamo di fronte a una produzione di altissima scuola, nella quale nessun dettaglio è stato lasciato al caso. 

 

Voto: 7/10
Alberto Sgarlato
Inizio pagina