Migliora leggibilitàStampa
2 ottobre 2018 , , ,

Marty Balin

L’amante di plastica fantastico

2018

MI0001351760                          1942 - 2018      

 

Una perfetta e intensissima utopia artistica ed esistenziale quella west-coast americana approntata e trasferita sui solchi di alcuni prodigiosi dischi dalla comune dei Jefferson Airplane nella San Francisco della seconda metà degli anni '60, poi prolungata negli anni '70 dai suoi protagonisti, con lucidità minore ma ugualmente ricca di straordinari picchi creativi, nella reincarnazione Jefferson Starship.

 

 

Di tutte questi straordinari fatti fu parte fondamentale Marty Balin (al secolo Martyn Jerel Buchwald), cantante dalla voce alta e stridula, fascinosa, appassionata e dalla vena compositiva fecondissima e lirica, mancato il 27 Settembre 2018. Fondatore dei Jefferson Airplane ne uscirà nel 1971. Una comune artistico-musicale quella dei J.A appunto, nell'ottica più sfolgorante dell'ideologia hippie e pacifista di quegli anni, esattamente come quella dei Grateful Dead e di altre band: ecco perchè ha poco senso che in occasione della sua dipartita Marty Balin sia stato dato in pasto ai (e dai) media come leader dei J.A. Lui, Paul Kantner, Grace Slick, Jack Casady, Jorma Kaukonen, Spencer Dryden furono semplicemente e sullo stesso piano gli ingegneri e i piloti di un aeroplano che volò altissimo, ben oltre le nuvole californiane. Ma è anche vero che Balin vi si paracadutò sei anni dopo il suo decollo (1965) proprio per incompatibilità con Kantner e Slick. 

 

 

MI0001336124Apparirà nondimeno in una reunion fine anni '80 dell'aeroplano e siglerà anche nei Jefferson Starship alcuni preziosi brani (Miracles nel 1975 nell'album "Red Octopus", Count on Me, Runaway, With Your Love). Avrà anche un'intensa attività discografica solista sin dentro il terzo millennio. Il suo nome però rimarrà particolarmente indelebile nel firmamento del rock per le ispiratissime songs scritte con (e per) i Jefferson Airplane, immortalate nei loro capolavori: Its' No Secret ("Takes Off", 1966) --- Today, Coming Back To Me, Plastic Fantastic Lover, She Has Funny Cars, 3/5 of a Mile in 10 Seconds ("Surrealistic Pillow", 1967) --- Young Girl Sunday Blues ("After Bathing at Baxter's", 1967) --- Share a Little Joke, If You Feel, The House At Pooneil Corners ("Crown Of Creation", 1968), Volunteers ("Volunteers", 1969).

 

Pasquale Boffoli

Video

Inizio pagina