Fermoposta → inviati dalle band
Migliora leggibilitàStampa
11 agosto 2015 , , ,

The Rock’n’roll Kamikazes

MY TOWN

7 Aprile 2015 - Go Down Records-Latlantide

The Rock’n’roll Kamikazes MY TOWN

 

Quanto già scritto un paio di mesi fa su Distorsioni a proposito di Slick Steve and the Gangsters si potrebbe replicare nei confronti di questi Rock’n’roll Kamikazes, compagni di etichetta dei vulcanici Gangsters, in quanto la loro proposta musicale è molto simile in attitudine e suoni. Beppe De Gregoris alla batteria, Eugenio Pritelli alla chitarra e Nicolò Fiori al contrabbasso, guidati dal cantante e chitarrista scozzese Andy MacFarlane - ex Hormonauts - mettono in scena un rockabilly spumeggiante e arioso venato di rhythm’n’blues e di fascinazioni retrò con croonerie à la Elvis in più di un brano: Everybody, Always leaving e Days like these. Più scatenate e swinganti Square one, e Easy i know e tra questi due estremi, i mid tempo di Three monkeys, My town, Dangerous ground, e The man you love. Ricordiamo che della line-up ha fatto parte (nell'album "Tora! Tora! Tora! (Tora!)") anche il bravo e compianto Guy Portoghese, sassofonista, armonicista, cantante e compositore barese deceduto a soli 44 anni nel 2012. 

 

La cifra stilistica è sempre quella legata al glorioso passato musicale americano degli anni ‘50 riproposto in una chiave postmoderna che rinverdisce blues, swing, soul e rock’n’roll mostrando i denti aguzzi del punk nascosti dietro le labbra di chitarre riverberate tra Motown e tex mex in una miscellanea originale che non disdegna persino antiche origini irlandesi (l’intro di Dangerous ground). Un gruppo di fuoco che dal vivo dà il meglio di sé (parentesi personale: chi scrive ebbe la ventura e l’assoluto piacere di assistere ai fulmicotonici live di Andy MacFarlane sia come Hormonauts nel 2005 che come Kamikazes nel 2011 entrambi al mitico e ormai defunto festival di musica indipendente “Balla coi cinghiali” di Bardineto (SV) ) e che in questo terzo album, (dopo “Tora Tora Tora” del 2011 e “All kind of people” del 2013) sciorina un caleidoscopico campionario di suoni e di parole che promanano piccanti e veraci dall’impetuosa formazione scotoromagnola.

Maurizio Pupi Bracali

Audio

Video

Inizio pagina