fermoposta.it → inviati dalle band
Migliora leggibilitàStampa
25 giugno 2013 ,

Adailysong

Una Canzone Giornaliera

Uscita: 15 Maggio 2013 - Apogeo Records

adailysongAdailysong è un progetto nato nel 2010 dall’incontro del cantautore Andrea De Rosa, il pianista e compositore Bruno Bavota, il chitarrista Antonio Cece e il batterista Ivan Pennino, con l'intento di creare una fusione musicale tra vari stili: dal new-folk al cantautorato, dalla musica classica a quella minimale, coinvolgendo tra l’altro numerosissimi musicisti della scena napoletana e partecipando alle più importanti rassegne nazionali quali Village Music Lab, nel quale peraltro ricevono il Premio “Eccellenza di Napoli” per il brano Meraviglioso Giardino, e Sanremo Lab nel 2012 con il brano Immacolata Virtù. Nell’ottobre 2010 viene pubblicato il primo Ep della band, “Il Meraviglioso Giardino”, in cui compare il brano Memoria, scelto come colonna sonora del documentario "NapoliPride?” andato in onda su RAI Storia il 6 Giugno 2011. Inizia così un percorso musicale che vede la band suonare in molteplici locali della zona partenopea riscontrando anche un certo successo di pubblico e poi aprire i concerti di Paolo Benvegnù, Peppe Voltarelli (Il Parto Delle Nuvole Pesanti) e Lucariello (Almamegretta). Oggi la formazione napoletana, con “Una Canzone Giornaliera”, trasposizione italiana del nome della band stessa, arriva alla pubblicazione del suo primo vero album su Apogeo Records, etichetta discografica sociale  composta dallo stesso  Andrea De Rosa, Mario Donatiello, Michele Izzo, Stefano Cozzella, Mario Di Giovanni, Marco Signorelli, nata nel programma di recupero sociale Rione Sanità, ieri, oggi, domani, promosso dall’Altra Napoli Onlus.  Anticipato da una splendida copertina, opera del fotografo inglese Carey Russell, questo primo lavoro si mostra  disco semplice e godibile: dieci canzoni che narrano l’amore e le varie difficoltà della vita e della società di oggi. Un  lavoro che mostra però segni di una maturità non ancora raggiunta da parte della formazione partenopea, capace però nel frattempo di  una scrittura elegante e un suono leggero, delicato e intinto di purezza, grazie soprattutto all’uso  degli archi e di una strumentazione davvero vasta. Polvere, Memoria, Immacolata Virtù , Destino, Il ciclo delle stagioni , sono i momenti più convincenti di un lavoro pieno di buoni propositi che auguriamo evolva in un seconda prova più matura e brillante.

 

Michele Passavanti

Audio

Video

Inizio pagina