fermoposta.it → inviati dalle band
Migliora leggibilitàStampa
1 novembre 2018 , ,

Trans Upper Egypt

TUE

1° Ottobre 2018 - No=Fi Recordings/MyOwnPrivate Records

TUE - CoverLisergiche linee di basso e morbosi beat tribali. Una decadente performance canora dalla fisionomia artefatta e sfuocata. Dopo un silenzio di quattro anni la formazione capitolina dei Trans Upper Egypt torna sulla scena con un progetto inedito – per l'esattezza il terzo di studio – intitolato semplicemente TUE”, acronimo del proprio moniker. A fianco del tandem originario (Leo Non e Bob Junior) per l'occasione compare il batterista dei Rainbow Island Simone Donadoni ed il risultato che ne scaturisce è un lavoro dagli orditi sperimentali denso di profonde sonorità ipnotiche che richiamano, nella loro deframmentazione minimalista, un certo fascino di matrice noise-punk. Sette brani in tutto dal retrogusto seventies, acidamente energici e contratti nella loro durata (si ascoltino passaggi come Fists e Atonement), dai quali è facile evincere come la proposta artistica del combo appaia volubile ed in continuo movimento. Una cartolina oscura e psichedelica dalla viva, vegeta e turbolenta scena underground di Roma Est.    

Alessandro Freschi

Audio

Inizio pagina