fermoposta.it → inviati dalle band
Migliora leggibilitàStampa
15 gennaio 2018 , ,

Les Trois Tetons

RED SCARES ME

17 novembre 2017 - Autoproduzione

Un'avventura musicale lunga un quarto di secolo; una manciata di produzioni discografiche, decine di esibizioni in giro per l'Europa e una incommensurabile passione per il rock. Nati come cover band dei Rolling Stones agli inizi degli anni novanta, i savonesi Les Trois Tetons tornano alla ribalta in questi giorni con “Red Scares Me” - quinto lavoro inedito ed autoprodotto rilasciato a tre anni di distanza dal convincente “Song About Lou” - usufruendo della collaborazione di una nutrita schiera di musicisti di primo piano. A fianco della collaudata formazione di Varazze composta da Alberto (basso, mandolino, chitarra acustica), Barbon (gibson, slide guitar e maracas), Davide (batteria e percussioni) e Zac (voce, armonica, tastiere e telecaster) trovano spazio nomi del calibro di Mark Harris (tastierista, tra gli altri, di Napoli Centrale, Fabrizio De Andrè e Giorgio Gaber) e del violinista Fabio Biale oltre a Lorenzo Piccone (strumenti a corde) e Serena Sartori (voce).

 

Essenziale e maturo, “Red Scares Me” esalta le abilità della longeva band ligure nell'imbastire un palinsesto fluttuante tra intuizioni country-folk ed incursioni blues-rock. Capita così che ad elegiache ballad acustiche (Madeleine) e rilassanti road trips (Anna Viola e When you lie) si alternino ritmiche funk dal retrogusto rollingstoniano (Shelter in Love), arrembanti orditi folk-punk (My Stolen Money) e derive rockeggianti in salsa orientale (All the Way to Peking). Il risultato finale che ne scaturisce è un risoluto e colorato collage sonoro di gradevole ascolto dal quale emerge con vigore l'ingente background del quale sono assoluti proprietari i Les Trois Tetons, talentuoso ed affiatato combo con alle spalle una apprezzabile gavetta 'in the name of Rock'.

Alessandro Freschi

Official     Social    


Audio

Video

Inizio pagina