fermoposta.it → inviati dalle band
Migliora leggibilitàStampa
20 aprile 2018 ,

Superga

PANORAMA

6 aprile 2018 - Boa Studio

E’ un electro pop obliquo prevalentemente tastieristico, la cifra stilistica che i tre ragazzi romano-pugliesi Superga mettono in scena nel breve arco di un EP con cinque sole canzoni. Pop trasversale e a volte raffinato anche se “sporcato” da una voluta produzione lo-fi che mescola e confonde suoni e voci in egual misura. Andando a scavare profondamente sottotraccia si potrebbe ritrovare l’anima dei vecchi e ottimi XTC (tanto per fare un nome) come ottimi sono questi brevi brani, ma sarebbe operazione di mera speculazione intellettuale. Meglio goderseli così, senza ricercare padri putativi e influenze varie anche se pur ci sono e non sono solo quelle legate al gruppo di Andy Partridge.

 

Personalmente, anche se la scelta lo-fi è da rispettare avremmo preferito una produzione più netta e pulita per rivestire, di un’ulteriore brillantezza pop che avrebbe conferito ancor più risalto e luminosità, le cinque canzoni in scaletta, ma in questo caso l’abito invece scelto e voluto è quello stropicciato di una più bassa fedeltà. Questo non toglie merito sia ai brani più movimentati e leggiadri (Glimpse, Rabbit) che a quelli più lenti e riflessivi (Supermarket Shelf, The Universe o la rumoristica Railing) che hanno tutti il gusto sottile della melodia assassina e più di una volta sfiorano la delizia. 

 

Maurizio Pupi Bracali

Social    


Audio

Video

Inizio pagina