fermoposta.it → inviati dalle band
Migliora leggibilitàStampa
31 luglio 2016 , ,

Varanasy

ORMAI VALE TUTTO

11 dicembre 2015 - Autoproduzione

Difficile dire se i Varanasy siano una vera e propria band, o quasi più il progetto di due veri e propri cantautori, il bassista Luca Ottina e il chitarrista Tommaso Verdesca, che si alternano alla voce solista in base a chi dei due scrive i testi; l’unica traccia strumentale, Collisioni, un delicato lavoro di fingerpicking con tanto di finto fruscìo di vinile di sottofondo, è firmata dal chitarrista solista, Claudio Battistolo, mentre un egregio lavoro dietro i tamburi, che non si limita al mero supporto ritmico ma offre una vivace coloritura ai brani, è garantito da Fabio Lucato. Questa strana formula, che non sappiamo se definire un quartetto o un due+due (nel senso di due cantautori/strumentisti più altri due strumentisti di supporto), però funziona e il cocktail, un po’ bizzarro e stralunato, risulta in qualche modo accattivante: c’è un pizzico della strafottenza post-punk dei primissimi CCCP, c’è il malessere dei Diaframma, c’è qualcosa delle suggestioni americane dei The Gang, ci sono le storie di disagio urbano dei Punkreas, e su tutto sembra quasi che veglino dall’alto due “grandi estinti” della musica italiana più irriverente come Rino Gaetano e Ivan Graziani.

Un disco interessante, variegato, eclettico, difficilmente imprigionabile a fatica in un solo genere, ma che può soddisfare tanti palati: dagli amanti del sound “americana” a quelli del punk, da chi segue con attenzione il cantautorato a chi predilige il blues.

 

Alberto Sgarlato

Social     


Audio

Video

Inizio pagina