fermoposta.it → inviati dalle band
Migliora leggibilitàStampa
4 maggio 2013

Bruno Bavota Ensemble

LA CASA SULLA LUNA

Uscita: 1 Febbraio 2013

bavotaChi non ha mai sognato, almeno per una volta nella vita, di fare una passeggiata sulla luna? Bruno Bavota sulla luna ha pensato di comprare casa, portando con sé il suo pianoforte, dando vita così a un viaggio musicale onirico di pura bellezza, alla ricerca di un luogo libero dove poter sognare ed esprimersi senza paure. Un posto lontano ma non troppo, per poter contemplare la terra e la vita in tutta la loro splendida bellezza.

"Ho comprato casa sulla Luna/Qui non ci sono oceani da solcare/Ma crateri da riempire/Ho comprato casa sulla Luna/per guardarti con gli occhi delle stelle/lontano e vicino come un satellite"

 

Questi sono alcuni versi di una delle due poesie contenute nel disco e dedicate all'amore in generale. "La Casa Sulla Luna", secondo lavoro per il giovane pianista napoletano, pubblicato dall’etichetta discografica indipendente Lizard Records, è un lavoro bello fin dalla copertina, semplice e quasi ingenua, ad opera di Luca Scognamiglio. L'album arriva a quasi tre anni di distanza da "Il pozzo d'amor", disco che già metteva in luce le doti compositive dell'artista partenopeo, e per stessa ammissione del suo autore si presenta come un lavoro più vivace e libero rispetto al precedente. Dopo essersi esibito alla  Royal Albert Hall di Londra il 2 aprile scorso, in occasione del Galà di presentazione dell’Accidental Festival, piattaforma dedicata ad artisti emergenti, ed aver guadagnato importanti accostamenti a nomi come Ludovico Einaudi e Giovanni Allevi, Bruno Bavota si pone a tutti gli effetti come una delle grandi scoperte musicali di questo 2013. Affiancato da Marco Pescosolido al violoncello e Paolo Sasso al violino, Bavota confeziona un lavoro piacevole e malinconico, un sogno musicale della durata di 36 minuti capace di conquistare l'ascoltatore grazie ad una scrittura delicata e piena di brio che si snoda lungo 9 tracce incantevoli e ricche di pathos. Qui sulla luna si è davvero a un passo dalle stelle.

 

Michele Passavanti

Audio

Video

Inizio pagina