fermoposta.it → inviati dalle band
Migliora leggibilitàStampa
14 febbraio 2019 ,

The Sade

GRAVE

10 Dicembre 2018 - Go Down Records

Cover - The SadeSepolcreti e fuochi fatui, tenebre e dimensioni post-mortem. E' un fil-rouge caliginoso quello nel quale si concatenano le gotiche visioni del terzo capitolo discografico della formazione patavina The Sade intitolato "Grave". E se letteralmente tradotto dall'inglese il titolo rappresenta la tomba, altrettanto valida può rivelarsi l'interpretazione italica se correlata alla timbrica profonda e baritonale del vocalist del gruppo Andrew Pozzy (già membro degli OJM). Sonorità heavy (Prayer, Nyctophilia) pervadono la tracklist di un disco dalle tinte nere che custodisce richiami alla dark wave di fine settanta (Afterdeath e Seek Seek Seek ) e nel quale è persino presente una inaspettata -e quanto mai riuscita- ballata acustica (Coachman) in puro western-style. Una commistione quindi tra Kiss, Black Sabbath ma anche Damned e Sisters of Mercy sembra aleggiare tra le ispirazioni di questo power-trio che nell'ultimo periodo ha conosciuto significativi avvicendamenti in line-up (la bassista Silvia è subentrata allo storico Mark Sade). 

The SadeAutoprodotto dalla band nel luglio 2016 “Grave” conosce finalmente la distribuzione in versione vinilica grazie alla storica e valida label indipendente romagnola Go Down Records. Una convincente proposta per tutti gli amanti del (miglior) Occult Rock made in Italy.

                                                                        

Alessandro Freschi

Audio

Video

Inizio pagina