fermoposta.it → inviati dalle band
Migliora leggibilitàStampa
19 marzo 2018 ,

The Blue Giants

FLAMINGO BUSINESS

15 marzo 2018 - Autoproduzione

Quartetto vecchia maniera rock’n’roll, chitarra, basso, batteria, con frontman che si dedica solo al canto (in inglese), quello dei vicentini The Blue Giants propone la formula risaputa ma pur sempre valida di un rock impetuoso, arrembante e senza fronzoli. Trattasi infatti di hard rock di matrice americaneggiante a parte la potente opener Legs dai tratti fortemente e felicemente zeppeliniani e la stradaiola She Is Fire (anche singolo) che flirta nelle parti cantate addirittura con antiche cose glam che ricordano i settantini Sweet.

Il resto è America trapiantata in Veneto: l’esemplare Electric è un robusto rock’n’roll di maniera, così come gran parte delle altre ottime anche se non particolarmente originali canzoni. Changes si discosta dal gruppo per essere invece una ballata lenta che crediamo pensare addirittura come hit internazionale se proposta dagli Aerosmith vista la tendenza à la Toxic Twins che riveste tutto il brano.

C’è ancora qualche perdonabile concessione alla commercialità con brani come la bonjoviana Movin’Like A Man, ma nel complesso l’album si lascia ascoltare con il piacere del niente di nuovo sotto il sole del rock, ma al contempo dell’effervescenza sincera (Rebel, Dead Man Can Dance) e di un tiro notevole, abrasivo e sfavillante.

Maurizio Pupi Bracali

Social   


Audio

Video

Inizio pagina