fermoposta.it → inviati dalle band
Migliora leggibilitàStampa
19 luglio 2016

Evan

EVAN

8 luglio2016 - Autoproduzione

Il primo lavoro della creatura del compositore napoletano Gaetano Savio, Evan, realizzato in autoproduzione, è un’opera di raffinata fattura. Affiancato da musicisti di pregiato livello (Nicoletta Battelli, voce; Pietro Santangeli, sassofoni; Charles Ferris e Antonio Imparato, trombe; Jack D’Amico, Rhodes; Antonio Fresa, Roberto Porzio, Carlo Castellano, piano; Ron Grieco, basso elettrico e contrabbasso; Vincenzo Lamagna, contrabbasso; Marco Castaldo e Salvatore Rainone, batteria; e lo stesso Savio, tastiere e programming), il Nostro dà vita a una sintesi virtuosa di nujazz e soul, con uso sapiente e misurato di electronics, in cui la voce suadente di Nicoletta Battelli gioca un ruolo di prim’ordine. Atmosfere soffuse, da bar avvolti in azzurrine spire di fumo, toni languidi, note suonate in punta di strumento. Alcune perle sonore spiccano sulle altre: Into My World, con la voce della Battelli a dominare il proscenio, gli strumenti in abile sinergia tra essi; Impressions, con un impianto percussivo iniziale di pregio, il basso che pulsa lievemente entro il tessuto sonoro, i sax che gigioneggiano virtuosisticamente, la tromba incedente in spirali serpentine; la splendida Plastic Dreams (scritta da Robin Albers), con la voce di Nicoletta in grande evidenza, ancora, e un sontuoso inserto di tastiere a impreziosire il tutto; la superba traccia finale Say Goodbye, dal sapore eminentemente nu jazz, col sax che risalta bellamente e la solita, leggiadra voce della Battelli. Un album di notevole impatto qualitativo.

 

Rocco Sapuppo

Social      


Video

Inizio pagina